Lun08022021

Last update04:01:27

Back Cronaca Cronaca Cronaca Bolzano Bolzano: Allarme sicurezza, la denuncia di "L'Alto Adige nel cuore"

Bolzano: Allarme sicurezza, la denuncia di "L'Alto Adige nel cuore"

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Bolzano, 27 settembre 2014. - di Francesco Mafrici*

Finalmente anche il Sindaco Spagnolli ammette che a Bolzano vi sia un grave problema di sicurezza, ma nei mesi scorsi si era addirittura negato ad una delegazione di Alto Adige nel cuore che si era presentata in Municipio per consegnare le firme dei cittadini che chiedevano maggiori controlli. Anzi il primo cittadino aveva bollato come demagogica l'iniziativa.

Altro che demagogia, vivendo per le strade e nelle piazze a contatto con i propri concittadini, e non nelle stanze di Palazzo, i militanti con l' Alto Adige nel cuore avevano raccolto i primi segni di disagio della popolazione bolzanina di fronte ai sempre maggiori episodi di microcriminalità, furti, violenze, spaccio di droga, prime avvisaglie di quel processo di degrado che adesso, complice la politica perbenista e permissiva del governo nazionale è sempre più difficile da tenere sotto controllo.

L'Alto Adige nel cuore, ascoltando la voce dei propri concittadini nei quartieri della Città aveva rilevato che la gente iniziava a mostrare insicurezza di fronte ad episodi di criminalità di intensità sempre maggiore ma sempre sottovalutati dall'amministrazione comunale.

Le richieste di allora, che i semplici cittadini onesti volevano portare a conoscenza delle Istituzioni locali riguardavano la necessità di videosorveglianza per le aree maggiormente esposte ai fenomeni delittuosi così come la richiesta di controlli notturni: già allora in alcuni quartieri della città uscire da soli dopo il calare delle tenebre era poco raccomandabile, in altre aree iniziava anche in pieno giorno quel piccolo spaccio di sostanze stupefacenti che trovava terreno fertile nell'insicurezza e nelle debolezze delle giovanissime generazioni.

Allora il sindaco negava vi fosse un'emergenza, adesso tergiversa, addossando le colpe a Roma, invece di prendere in mano la situazione, emanando, lui che è il "titolare" della sicurezza urbana, quei provvedimenti attesi da tutti i suoi concittadini. La sicurezza della città deve essere l'obiettivo principale di una buona amministrazione: è compito delle Istituzioni garantirne l'efficacia attraverso le proprie competenze e responsabilità.

* consigliere circoscrizionale di Bolzano

Bolzano: Allarme sicurezza, la denuncia di

Chi è online

 278 visitatori online