Mar05262020

Last update04:20:36

Back Cronaca Cronaca Cronaca Rovereto La scuola abbandonata

La scuola abbandonata

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Rovereto, 1 maggio 2020. - Redazione*

In questi giorni si leggono articoli di giornale nei quali vengono esaminate le difficoltà di commercianti e dei liberi professionisti i quali, a ragion veduta, contestano la circostanza di non aver ancora ottenuto gli aiuti economici che il Governo centrale o locale ha loro promesso.

Nulla viene riferito in merito a studenti e professori che, giornalmente, devono sostenere ore di lavoro pesanti e difficoltose.

I giovani sono il nostro futuro e gli insegnanti hanno l'importante compito di plasmare le loro giovani menti.Un plauso spetta, quindi, a professori e studenti; i primi per la serietà con la quale nella maggioranza dei casi, hanno saputo e sanno affrontare questo difficile momento di crisi, agli studenti, perché, con impegno tentano di arricchire la loro conoscenza.

Non è facile, confrontarsi giornalmente per ore ed ore con strumenti informatici e nuovi modi di fare didattica; non è facile rimanere improvvisamente e senza alcun motivo reclusi all'interno delle proprie mura domestiche senza aver contatto con amici e compagni di scuola.

L'amministrazione comunale, disinteressandosi del problema, non ha provveduto a potenziare la rete informatica libera e a mettere a disposizione di più bisognosi strumenti con i quali continuare ad imparare.

La chiusura delle biblioteche ha costituito un grave danno per quelli studenti, magari fuori sede onella indisponibilità di avere a disposizione un computer, che si trovano giornalmente a dover sostene relazioni on line.

Il ministro Azzolina vuole che venga svolto l'esame di maturità, in anticipo, rispetto ai tempi concordati prima del coronavirus. Gli studenti stanno vivendo nell'incertezza, sia in ordine alle modalità di svolgimento che di valutazione.

Fra qualche anno, nella speranza che vada tutto bene, per effettuare concorsi in pubblici uffici ci ricorderemo che il punteggio che potrebbe costituire elemento fondamentale per accedere a determinate cariche, è stata dato in una situazione di emergenza? Basta con le incertezze. I nostri giovani, il nostro futuro, ha bisogno di certezze che solo noi adulti possiamo dare.

Grazie, quindi, anche a chi giornalmente cura i nostri figli aprendo le loro menti.

* comunicato di Giuseppe Di Spirito Presidente del circolo di Rovereto Fratelli D'italiaCristina Luzzi Vice presidente 

La scuola abbandonata

Chi è online

 265 visitatori online