Rovereto - Bretella della Mira. Come mai costi così elevati?

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Rovereto, 24 marzo 2021. - Redazione*

Tanto per cambiare a Rovereto tiene banco il tema della viabilità, ma non per rivedere i criteri illogici del traffico cittadino adottati dalla precedente Amministrazione Valduga e che anche attualmente complicano la vita dell'intera città. Oggi l'argomento dominante in tema viabilità è la bretella della Mira che, secondo l'amministrazione comunale, dovrebbe risolvere il collegamento fra la statale del Brennero e la zona industriale liberando Lizzana dal traffico.

A noi pare che, per accedere alla zona industriale da Sud di Rovereto senza coinvolgere Lizzana ci possano essere altre alternative evitando di prevedere la realizzazione di questa bretella che comporta costi elevatissimi ai quali intendiamo rivolgere particolare attenzione, al tempo stesso esternando alcuni dubbi.

E' evidente che 352 mila euro per la progettazione dell'intervento viabilistico e il successivo costo di esecuzione quantificato in 4,9 milioni di euro suscitano qualche legittimo interrogativo che, ricordando circostanze pregresse, vogliamo rivolgere alla Giunta comunale auspicando di poter ottenere risposte convincenti. Nel 2019, a mezzo di un'interrogazione rimasta senza risposta, un consigliere comunale illustrando circostanziatamente all'amministrazione comunale la situazione di degrado dei Lavini nei pressi del Rio Coste e proprio in coincidenza con il tracciato della prevista bretella, richiamava la "Relazione sullo stato dei luoghi ...." di data 28 febbraio 2017 in atti del Comune di Rovereto sub Prot.N.0013307 dd.02/03/17, commissionata dal Comune di Rovereto al dott. agronomo Livio Stenico e al geom. Roberto Maraner e relativa ad alcune specifiche particelle fondiarie comprese nei Lavini. Il testo di detta relazione, pur se parzialmente riportato, consentiva e consente di leggere la descrizione puntuale dei materiali depositati in quell'area nel corso del tempo e dai quali nonostante ripetuti e costosi interventi di rimozione attuati dall'amministrazione comunale potrebbero essere derivati seri problemi non solo paesaggistici ma soprattutto ambientali. In conseguenza le nostre domande sono le seguenti: il costo quantificato in 4,9 milioni di euro per la realizzazione della bretella, presuppone ed include radicale ed importante bonifica del terreno sul quale è previsto il tracciato? ed in tal caso con quale specifica previsione di spesa per l'attività di bonifica ? inoltre, se fosse necessaria la bonifica del terreno questa deriverebbe da riversamenti liquidi sul terreno, quali ad esempio olii esausti e la presenza di materiali plastici, gommosi, comunque ad elevato potenziale inquinante ?

Per quanto riguarda il costo di progettazione precisato in 352mila euro, nel caso si renda necessaria la predetta bonifica è da considerare il ricorso a qualche consulenza specialistica? Attendiamo risposta pubblica precisa.

*Per Fratelli d'Italia – Circolo di Rovereto Carla Tomasoni e Renzo Bonafini

(nella foto Renzo Bonafini e Carla Tomasoni)

Rovereto - Bretella della Mira. Come mai costi così elevati?