Mar09212021

Last update05:54:12

Back Cronaca Cronaca Cronaca Rovereto Rovereto, Consiglio Comunale: Approvata la variazione di Bilancio

Rovereto, Consiglio Comunale: Approvata la variazione di Bilancio

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Dopo due giorni di discussione, con 21 favorevoli, 5 astenuti, 3 contrari e 1 non partecipante al volo, è passata la manovra da dieci milioni di euro

Rovereto, 29 luglio 2021. – di Marco Perinelli*

Misure a favore categorie economiche in sofferenza causa chiusure e restrizioni covid; agevolazioni e esenzioni imis, tariffa rifiuti, canone occupazione suolo per imprese e famiglie; agevolazioni per tariffa asili nido; sostegno attività e associazioni culturali e sportive; sostegno alle politiche del lavoro ; il sostegno attività e servizi sociali; cura e manutenzione del territorio; interventi per la sicurezza urbana e la videosorveglianza.

Sono queste alcune delle voci che entrano nell'Assestamento di Bilancio del Comune di Rovereto, approvato dopo due giornate di seduta in Consiglio comunale. Con 21 voti favorevoli, 5 astenuti, 3 contrari e 1 non partecipante al voto, l'aula ha dato il via libera ad una manovra da dieci milioni di euro.

La discussione generale

Dopo la presentazione da parte del Sindaco  e la relazione da parte dei tecnici, è iniziato un dibattito che ha coinvolto tutti i gruppi consiliari.
Al termine delle domande sul contenuto tecnico della manovra, ha aperto la discussione l'assessora Giulia Robol, che ha posto l'accento sugli investimenti per le scuole e sulle fragilità sulle quali occorre mantenere alta l'attenzione. Ha voluto tornare sulle decisioni della Provincia in merito alla collazione delle nuove strutture scolastiche. Il Presidente della Commissione Speciale, Andrea Zambelli, ha ricordato il lavoro svolto in questi mesi e come molti temi affrontati siano entrati nell'Assestamento. Ha parlato di un lavoro ancora in corso che richiederà ancora tempo. Il Consigliere Villiam Angeli (Lega Salvini) ha criticato il mancato coinvolgimento della Commissione Bilancio e del Consiglio comunale nel lavoro della Commissione Speciale. Ha sollevato critiche, citando ad esempio i lavori in Piazza Rosmini nel periodo estivo e parlato di spese non fondamentali in questo momento per la Comunità. Il Consigliere Ruggero Pozzer (Europa Verde) ha parlato di "una giunta guidata e partecipata in una maniera che non ha saputo garantire ai suoi cittadini un percorso di legittimità amministrativa viste le condanne per dolo e colpa grave in capo alla medesima". "Questa manovra francamente non ci convince" – ha detto Cristina Luzzi (FdI) e ha definito "prudenziale" l'Assestamento. Ha detto che molte più risorse avrebbero dovuto essere destinate per interventi per il Covid. L'Assessore Giuseppe Bertolini ha sottolineato l'attenzione rivolta verso le attività economiche proprio per aiutarle a risollevarsi dal Covid. Paolo Cazzanelli (Civici con Valduga) ha parlato di "coraggio nell'intraprendere azioni nuove, e per certi aspetti fuori dagli schemi, come il supporto alle attività economiche tramite accordi per i finanziamenti o come la costruzione di bandi che triplicano l'effetto economico degli investimenti stessi". Fabrizio Corradini (Rovereto al Centro) è entrato nel dettaglio di alcuni interventi in materia di opere pubbliche, nati grazie al lavoro con le Circoscrizioni. Arianna Miorandi (Partito Democratico) ha voluto portare l'attenzione sul tema degli investimenti volti a superare le disuguaglianze educative e sociali. Ha poi ricordato le iniziative a sostegno dell'occupazione e delle Associazioni che si adoperano per la Pace e la solidarietà. Roberto Veronesi (LS) ha risposto all'assessora Robol in materia di scuole e ha portato in aula il tema del futuro politico della Provincia, parlando della forza di Sindaci e municipalità. Sulla necessità di dare autonomia economica alle donne in difficoltà e di senso della comunità per i giovani, di utenza più debole che necessita di servizi ha parlato Miriam Francesconi (PD). "A monte di questo assestamento c'è un processo di programmazione e di partecipazione che, se anche non trova evidenza in singole voci del bilancio, rientra comunque all'interno di un quadro generale al quale l'amministrazione comunale ha voluto dare risposta" - ha detto l'Assessore Andrea Miniucchi. Ha ricordato il lavoro delle Circoscrizioni e i tanti interventi previsti per le opere di manutezione e cura del territorio. Il Consigliere Gabriele Galli (Rinascita Rovereto), ricordando anche il ruolo in Commissione Bilancio, ha analizzato lo stato di avanzamento degli obiettivi di bilancio. Ha criticato come molte voci siano ancora lontane dal completamento. L'Assessore Mario Bort ha parlato di impostazione condivisa e di equilibrio di Giunta per dare ossigeno e tranquillità alla città: "Ciò che ci contraddistingue è il rapido allineamento e la rapida unicità di visione nella costruzione di un documento di programmazione, con un ampio confronto di maggioranza e un concorso di contributi". Renato Zucchelli (LS) ha chiesto di intensificare alcuni interventi elaborati dalla Commissione speciale, in particolare rivolti ai giovani. Ha chiesto una maggiore co-programmazione per investimenti per gli inoccupati. Egon Angeli (PD) è tornato sul tema della trasversalità degli interventi, evidenziando come su alcuni temi occorra continuare a tenere il riflettore puntato, in particolare quello delle disuguaglianze, accentuate dall'emergenza e quello dell'ambiente. Il Consigliere Omar Korichi (Rovereto Futura) ha parlato a favore della manovra e ha voluto ringraziare tutti i tecnici e i dirigenti per il lavoro che svolgono. Il Sindaco Francesco Valduga, nella replica, ha ribadito che esiste un lavoro di composizione e sinergia tra amministrazione, consiglieri e commissari per la costruzione di un bilancio che risponde alle esigenze della città. "I vostri interventi hanno sottolineato come si sia cercato di tenere le luci accese su diverse categorie: giovani, donne, anziani, categorie economiche, conciliazione dei tempi famiglia-lavoro. Cioè la volontà di mantenere un equilibrio e costruire sempre più comunità. Al di là delle divergenze di opinione, delle necessità di perfezionamento, il tratto essenziale, l'attitudine essenziale dell'amministrazione debba essere quello di comporre e di unire".

Le dichiarazioni di Voto

In dichiarazione di voto, Roberto Chemotti (Unione Popolari) ha espresso voto favorevole, parlando di "equilibrio". "Siamo ancora in una nave in tempesta, una nave che deve essere amministrata pur nella situazione che stiamo vivendo ed è quello che si sta facendo". Contrario il consigliere Piergiorgio Plotegher (FdI) che ha criticato il "senso di normalità che da parte del Sindaco caratterizza i suoi interventi. Non siamo in una situazione normale e la quotidianità non è sufficiente. Siamo ancora in una situazione di gravissima difficoltà e che richiede particolare attenzione". "La situazione di Rovereto richiede ben altro che una analisi tranquilla come quella presentata dal Sindaco". Gabriele Galli ha annunciato di non partecipare al voto a seguito delle condanne ricevute dal Sindaco. Il Consigliere Nicola Bettinazzi (Rovereto Libera con Valduga) ha fatto i complimenti agli uffici per il lavoro svolto sotto il profilo tecnico e ha parlato di "un percorso che ha visto l'amministrazione impegnarsi per affrontare l'epidemia". A favore della manovra anche il consigliere Carlo Fait (PD) che ha manifestato l'apprezzamento per gli interventi su giovani, famiglie, disuguaglianze. Ruggero Pozzer (EV) si è espresso contro la manovra di Assestamento, facendo un distinguo tra interventi "alcuni condivisibili" e il metodo, parlando ancora una volta di una giunta per lui delegittimata dalle sentenze. Ivo Chiesa (Civici con Valduga) ha parlato di un provvedimento di sostegno con assetti che si basano su opere di finanziamento e di sostegno in un momento di emergenza. Elena Francesconi (RF) è intervenuta a favore della manovra, sottolineando come ogni intervento che si va a realizzare, si realizza "verso chi nella comunità è in difficoltà, ma che sostenuto può diventare risorsa per la comunità". Ha poi parlato del fatto che "ogni intervento messo in campo è incentrato sul benessere dei cittadini". Andrea Zambelli ha voluto parlare nuovamente del lavoro della Commissione, sottolineando come il ruolo della stessa non sia limitato a interventi immediati e che sia destinata a durare nel tempo e ha dichiarato voto favorevole. "Non è un voto di fiducia all'amministrazione comunale". "E' uno sforzo che si fa che deve andare nella direzione di custodire questo patrimonio che c'è" - ha concluso riferendosi a quanto fatto della Commissione speciale. Ha parlato di tasselli sui quali nutre forti perplessità. Viliam Angeli (LS) ha annunciato voto non favorevole, dicendo che potevano essere maggiori gli investimenti a favore delle famiglie e ha detto che si poteva osare di più.
La votazione finale ha visto la manovra approvata con 21 voti favorevoli, 5 astenuti, 3 contrari e 1 np.

* Ufficio stampa del Comune di Rovereto

(nella foto Palazzo Pretorio in piazza Podestà - Rovereto)

Rovereto, Consiglio Comunale: Approvata la variazione di Bilancio

Chi è online

 164 visitatori online