Mar09212021

Last update05:54:12

Back Cronaca Cronaca Cronaca Rovereto Un murales in ricordo di Don Antonio Rossaro

Un murales in ricordo di Don Antonio Rossaro

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Inaugurata l'opera di Melinda Beth Meuse alla Scuola materna della Circoscrizione San Giorgio

Rovereto, 10 settembre 2021. – di Marco Nicolò Perinelli*

Un'opera che stimola la curiosità dei bambini e abbellisce una struttura funzionale, ricordando al contempo una figura chiave nella storia di Rovereto attraverso gli occhi di un'artista. E' il murales realizzato da Melinda Beth Meuse, californiana originaria di San Diego, diplomata in belle arti presso il Palomar College, che oggi vive e lavora a Rovereto.

"Ogni giorno – ha raccontato Meuse – passando davanti a questa scuola, pensavo a come renderla più bella. Guardando la scritta, ne vedevo i segni del tempo, come la muffa attorno alle lettere, e ho inizialmente pensato a come metterle in evidenza. Poi è maturata l'idea dell'albero, come l'albero della vita, e della natura che stimola la curiosità dei più piccoli". Nell'idea dell'artista, il ricordo di Don Rossaro emerge in una figura, volutamente vaga, che richiama l'uomo di cui la scuola porta il nome sia attraverso i suoi tipici occhiali che incorniciano due finestre come fossero gli occhi, sia nei capelli che diventano le nuvole di questo paesaggio e che erano un tratto distintivo di Don Rossaro: "Era un genio– ha spiegato – un umile bibliotecario che ha portato a Rovereto una idea come quella della Campana dei Caduti e che oggi è un simbolo di Pace nel mondo. La figura dipinta può essere letta dai bambini anche come quelle nonne e quei nonni che tutti i giorni si occupano di loro".

All'inaugurazione, insieme all'artista, la Vicesindaca e assessora Giulia Robol, che ha ringraziato tutte le persone coinvolte in questo importante lavoro, auspicando che possa essere un modello anche per altri progetti: "Si è trattato di una possibilità di cooperare molto ben riuscita. Nel creare quest'opera si sono incastrate perfettamente molte cose ed è stato possibile dare un nuovo volto alla struttura che ora potrà essere apprezzato non solo dai bambini e dai genitori che qui vengono quotidianamente, ma anche da tutto il quartiere e dalla città".

La Presidente della Circoscrizione San Giorgio, Lucia Michelon, ha voluto rendere omaggio all'artista con un targa di ringraziamento per quanto fatto "Sogno di dipingere – ha detto citando Van Gogh – e poi dipingo il mio sogno" è il titolo ideale per quest'opera che rappresenta oggi un patrimonio della Comunità". Ha voluto in particolare poi ringraziare tutti gli uffici comunali coinvolti e la Coordinatrice e le insegnanti della Scuola Materna Don Rossaro per aver aderito con entusiasmo alla proposta. Anche l'Assessora alla Cultura, Micol Cossali, ha preso parte all'evento, ringraziando per quanto fatto "E' un'opera che abbellisce la città e che trasporta l'arte nelle strade, con uno sguardo rivolto sia ai bambini sia ai più grandi, un omaggio di un'artista alla città e ai suoi abitanti".
Per la realizzazione del murales, dopo la fase di ideazione e progettazione, all'artista sono stati necessari dieci giorni di lavoro: l'opera è visibile sulla parete esterna della Scuola Materna in Via Telani.

• Ufficio stampa del comune di Rovereto

(nella foto l'opera di Belinda Meth Meuse)

Un murales in ricordo di Don Antonio Rossaro

Chi è online

 227 visitatori online