Lun10182021

Last update07:34:27

Back Cronaca Cronaca Cronaca Rovereto Valdastico: da sempre la Destra Roveretana dice un NO deciso

Valdastico: da sempre la Destra Roveretana dice un NO deciso

  • PDF
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 

Rovereto, 22 settembre 2021. - Redazione*

L'argomento Valdastico non può essere affrontato e non è mai stato affrontato in un'ottica di schieramento politico di parte, ma invece ragionando nel merito di un progetto che consente di valutare l'impatto ambientale sicuramente devastante per il territorio e che potrebbe seriamente compromettere la sorgente di Spino e le falde acquifere di alimentazione.

La Destra roveretana, prima Movimento Sociale Italiano e poi Fratelli d'Italia, analizzando il tracciato ed interpretando il corale dissenso dei roveretani riguardo ad un'opera faraonica che fra il resto al Trentino non serve, si è sempre espressa duramente contro la Valdastico in Consiglio comunale fin dalla Amministrazione Michelini e in tutti i successivi Consigli comunali dove il tema è stato affrontato.

La Destra roveretana inoltre ha sempre manifestato ferma opposizione anche nelle manifestazioni pubbliche fino ad attivare, nel recentissimo passato, una raccolta di firme contro la realizzazione della Valdastico. L'esercizio dell'attività politica d'altra parte esige di adottare valutazioni e di assumere posizioni tendenti esclusivamente alla coerenza con l'interesse pubblico e nel caso di specie l'interesse pubblico, del territorio trentino e di Rovereto e Valli del Leno impone di respingere con incisiva determinazione ogni tentativo o pressione intesa ad assoggettare il Trentino ad interessi di potentati economici che ne sono estranei.

Dialogare con la Lega è del tutto normale ma non significa adeguarsi e condividerne ogni scelta, mantenendo invece la nostra autonomia di proposta politica come ogni giorno insegnano gli interventi della nostra Presidente Giorgia Meloni.

In conseguenza, nel dialogo con la Lega e tenendo fede ai motivi di sostanziale importanza che hanno costantemente animato forte e decisa contestazione della Destra roveretana riguardo alla realizzazione della Valdastico, chiediamo al Governatore del Trentino di ascoltare i territori interessati e di rivolgere attenzione alle istanze e al dissenso delle popolazioni dei territori interessati da un'opera contrastata quanto di nessun interesse per il Trentino, chiediamo in sostanza al Governatore del Trentino di proseguire, nel suo attuale incarico istituzionale, con gli stessi metodi operativi da lui seguiti quando da Consigliere provinciale sedeva nei banchi dell'opposizione.

* comunicato di Stefano Manica Carla Tomasoni Paola Folgherait - Fratelli d'Italia d'Italia Circolo di Rovereto

&&&&&&&&&&&&&&

Ai gentili sottoscrittori del comunicato e all'opinione pubblica, mi corre l'obbligo di ricordare che tutta la Destra Trentina (MSI - AN) fu unitariamente contraria, fin dal principio alla c.d. Pi.Ru.Bi (Piccoli, Rumor, Bisaglia) ovvero Valdastico, e al suo "sbarco" in Trentino. Lo affermo nella mia qualità di ex segretario della federazione trentina del MSI, di ex Presidente provinciale di AN, di ex Capogruppo del MSI in consiglio comunale di Trento e del comprensorio Valle dell'Adige, di ex Presidente del Gruppo provinciale e regionale del MSI e AN., nell'arco di trentanni.

Ricordo inoltre che "storicamene" il blocco dell'accesso in Trentino della Pi.Ru.Bi fu reso possibile grazie al voto determinante del consigliere missino Quarto Massimo Marchesini quando nel 1969 il consiglio comunale di Trento bocciò la mozione della DC che invece sosteneva il completamente della Valdastico. Claudio Taverna

P.s.. per ulteriore testimonianza la mia intervista a QT Questo Trentino dell' 8 luglio 2000

Valdastico: da sempre la Destra Roveretana dice un NO deciso

Chi è online

 211 visitatori online