Dom01232022

Last update04:20:25

Back Cronaca Cronaca Cronaca Rovereto La Commissione speciale si occuperà di possibili interventi a sostegno ai lavoratori dello sport

La Commissione speciale si occuperà di possibili interventi a sostegno ai lavoratori dello sport

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Ricordato in aula il già Consigliere Comunale Franco Gatti, scomparso lo scorso 21 novembre. Rigettata l'opposizione alla Delibera sul Corridoio est

Rovereto, 3 dicembre 2021. - di Marco Nicolò Perinelli*

In apertura di seduta, il Consigliere Ivo Chiesa ha portato il ricordo di Franco Gatti, già consigliere Comunale di Rovereto e Terragnolo, spentosi lo scorso 21 novembre. Chiesa ha voluto soprattutto rimembrare l'impegno con cui l'ex Consigliere ha lavorato nella Comunità, nell'ottica di unire e di creare un clima sereno, anche dalle fila dell'opposizione.

Senza fissa dimora

Il Consigliere Gabriele Galli (Rinascita Rovereto) ha posto una domanda di attualità riferita ai sei senza tetto "allontanati dai rifugi notturni". Il Consigliere Galli ha rievocato quanto riportato dalla stampa nei giorni scorsi. L'Assessore Mauro Previdi, ricordando il ruolo di una città come Rovereto che si fregia del titolo di Città della Pace, ha detto che "la stessa rispetta in maniera puntuale la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, la Carta dei Diritti fondamentali dell'Unione europea e la Costituzione italiana e questa sensibilità è assolutamente presente". "Per quanto riguarda i posti a favore dei senzatetto, viene messo a disposizione un centro di accoglienza diurno in Borgo Santa Caterina che offre, oltre a un luogo riscaldato, la possibilità di usufruire di una doccia e di mangiare un pasto caldo". Ha ricordato che il centro è gestito dai volontari e la competenza è provinciale, ma il Comune ha già investito 150 mila euro per rendere l'edificio più accogliente. "II posti letto per le persone senza fissa dimora, in tutta la Provincia, sono 220 con la possibilità di aumentarli con la messa a disposizione della Chiesa di Centochiavi da parte della Curia". Ha ricordato che la questa soluzione lo scorso anno non aveva avuto il riscontro sperato. "Presso il Portico Santa Caterina – ha detto – abbiamo a disposizione 32 posti letto. Chi è senza dimora deve fare domanda in via Endrici a Trento dove vengono assegnati". "Da quest'anno nel Comune di Rovereto è attivo un servizio di assistenza sulla strada, quindi una unità che monitorasse questo tema, che avvicinasse le persone in difficoltà, proponendo delle soluzioni". "Dobbiamo dire che vi sono persone che hanno fatto una scelta e che non accettano queste proposte. Su queste persone non possiamo fare altro che accompagnarli dando loro una coperta, un pasto caldo". "Per quanto riguarda le sei persone in oggetto, alcuni di questi non avevano nemmeno il permesso di soggiorno. L'unità di strada ha preso servizio il 15 novembre, con persone che hanno seguito un percorso di formazione, perché è sempre delicato avvicinarsi in modo rispettoso". Il Consigliere Galli ha detto di non essere soddisfatto della risposta, perché "l'unità poteva essere attivata prima e che i posti letto non pare siano sufficienti per le persone che non accettano di essere ospitati in camerata".

Rigetto dell'Opposizione

Il Consiglio ha quindi esaminato il secondo punto all'ordine del giorno, ovvero l' "Opposizione presentata dal signor Deromedis Marco, ai sensi dell'art. 183 delCodice degli Enti Locali, avverso la deliberazione del Consiglio comunale n. 58di data 27 ottobre 2021 recante: "Opposizione presentata dal signor Deromedis Marco, ai sensi dell'art. 183 del Codice degli Enti Locali, avverso la deliberazione del Consiglio comunale n. 48 di data 21 settembre 2021"

"L'opposizione – ha spiegato la Presidente Cristina Azzolini – riguarda la delibera in materia di Variante al Pup relativa al Corridoio di accesso est". Ha ricordato che il Consiglio comunale ha respinto una prima opposizione. Il Signor Deromedis ha rilevato che vi fosse una difformità tra il testo della delibera e quanto dichiarato in aula. La Presidente ha però ricordato che al rientro dalla pausa durante quella seduta aveva riportato il dato corretto anche nella seduta stessa. "Aver corretto l'errore anche se non nell'immediato ma durante la seduta, è a verbale. Il Signor Deromedis non ha riportato nella sua opposizione la correzione avvenuta". Ha quindi proposto di rigettare questa opposizione. Il Consigliere Galli ha detto di "auspicare un maggior rigore e una maggior precisione nelle procedure". Ha riconosciuto che vi è stata la correzione dell'errore nella stessa serata, ha comunque chiesto più attenzione. Il Consigliere Leonardo Divan (Lega Salvini) ha parlato di un "refuso di carattere materiale, corretto dopo una pausa della stessa seduta". Ha quindi detto che in una situazione così "densa di tecnicismi" è facile cadere nell'errore e può accadere a tutti. Ha detto che l'approccio di respingere l'opposizione a prescindere sia scorretto, ma che occorre ragionare sull'aspetto tecnico.

La Consigliera Bianca Gaifas (Misto) ha detto di sottoscrivere l'intervento del Consigliere Galli. Ha ricordato che era stato chiesto il voto segreto e che in remoto era stato affidato ad un messaggio al Segretario comunale, in una modalità che metterebbe in discussione la segretezza stessa del voto. Ha dichiarato di voler accogliere l'opposizione e quindi di respingere il rigetto. La presidente Azzolini ha ricordato che esisteva la possibilità di venire in aula e che la scelta era stata condivisa dai capigruppo.

Il Consigliere Ruggero Pozzer (Europa Verde) ha quindi ricordato che in effetti era stata una scelta dei Capigruppo e quindi condivisa, ma ha auspicato che siano trovate soluzioni diverse. Sul tema, ha detto che "non è una competenza del Consigliere comunale avvallare la legittimità di un atto". Ha quindi annunciato di non partecipare al voto: "Non significa essere irresponsabile, ma di rimandare la decisione a colui o colei al quale è dovuta". La Presidente ha detto che la prenderebbe volentieri, ma che il regolamento prevede la votazione.

L'aula ha quindi rigettato l'opposizione con 23 favorevoli, 3 contrari, 2 astenuti e 1 non partecipante al voto.

Sostegno lavoratori dello sport e preparazione fisica

E' stata quindi presentata una mozione da parte del Consigliere Pozzer e altri dieci consiglieri "Sostegno lavoratori dello sport e preparazione fisica". Prima di iniziare la trattazione, la Presidente Azzolini, ha letto una comunicazione da parte della Presidente della Commissione speciale, Stefania Bresciani che ha ricordato che i lavori della Commissione sono ricominciati da circa un mese e mezzo e che nel mese di gennaio sarà convocata una seduta proprio sul tema dei lavoratori dello sport, alla quale i Consiglieri potranno partecipare.

"Bene questa comunicazione seppur avvenuta in modo straordinario – ha detto il Consigliere Pozzer (EV) - Rispetto al lavoro della Commissione, vedo molta interlocuzione all'interno dell'amministrazione. L'avevo intesa come una Commissione che guarda più verso l'esterno del Comune". Sulla mozione ha ricordato che il tema era emerso quando si era parlato dei lavoratori dello spettacolo e che ha detto che i proponenti hanno voluto riprendere in mano quanto fatto per quella categoria e di chiedere "di attuare azioni concrete volte a migliorare le condizioni lavorative e promuoverne l'attività qualificata di lavoratori e lavoratrici dello sport e della preparazione fisica". "Nel dispositivo avevamo scritto che doveva essere analogo a quanto fatto per i lavori dello spettacolo". Ha ricordato quanto il periodo vissuto abbia pesato su questa categoria, citando alcune professionalità come quella dei maestri di sci. Ha auspicato una azione congiunta e condivisa con la Commissione.

Piergiorgio Plotegher (Fratelli d'Italia) ha rilevato "la difficoltà di questi lavoratori, sia quelli dello spettacolo, sia quelli dello sport, che molte volte si trovano soli, non supportati da grandi associazioni, ad affrontare situazioni particolarmente difficili".

L'Assessore Mario Bortot ha ricordato la delibera di Giunta di settembre 2020, che richiamava quella del luglio precedente, nella passata legislatura, in cui vennero adottati provvedimenti e misure di urgenza e nuove strategie, con i quali vennero stanziati sostegni alle associazioni e società sportive. "il Comune attraverso una iniziativa di analisi delle attività, nel solco dei decreti e delle regole possibili, è intervenuto in maniera concreta e diffusa a sostegno delle società. Tutte le misure di preparazione dei luoghi sono state monitorate anche in collaborazione con SMR che si occupa di una quindicina di strutture al chiuso su trentanove". Ha quindi ricordato che la Commissione speciale si occupa già di questo tema e che nella vera fase emergenziale l'allora amministrazione aveva risposto. Il Consigliere Roberto Veronesi (LS) è intervenuto a sostegno della mozione. Ha detto di condividere "lo spacchettare tra momento importante di sostegno della categoria e diretto sostentamento rispetto ad alcune categorie". Ha parlato del fatto che non solo le grosse categorie come quella dei maestri di sci, ma anche decine di micro specializzazioni, alcune delle quali poco conosciute, ma che appartengono a questa filiera. "Io credo che se vogliamo rendere giustizia a questo atto proposto dal Consigliere Pozzer, propongo che all'interno delle audizioni ha già programmato, una audizione con il Capo Dipartimento della Provincia che si occupa di questo possa aiutare a identificare e dare, rispetto ad un lavoro già fatto, una serie di dati, statistiche, per riuscire ad avere poi un orizzonte il più definito possibile rispetto ad un mare nostrum, che ci possa aiutare". Per il Consigliere Egon Angeli (PD) il ritratto fatto delle difficoltà è reale, ma la ricostruzione è parziale, perché "vi sono associazioni che non hanno ridotto i propri tesserati e associazioni che le hanno azzerate. Vi è una difficoltà grossa nell'identificare una strategia per aiutare in modo mirato". Ha quindi ricordato come siano state messe in campo misure di sostegno specifiche. Il Consigliere Villiam Angeli (LS) ha ricordato come nel 2020 vennero ampliati i fondi stanziati dalla Giunta, proprio su sua richiesta e del Consigliere Pozzer, da 50 a 80 mila all'agenzia dello sport per aiutare le società sportive. L'Assessora Giulia Robol ha parlato del dispositivo della mozione come oggetto del contendere: "Il tema è complesso e richiede un ragionamento che vada oltre a una riflessione che oltre certe categorie. Il mondo dello sport è un mondo che ha sofferto e necessita di una riflessione su come intervenire". Ha detto che esiste già lo strumento della Commissione speciale che si è presa carico del tema. Un tema importante per il Consigliere Andrea Zambelli, che ha ribadito la necessità di lavorare. "Credo che sia importante anche per la Commissione sapere che il Consiglio comunale ha una particolare sollecitudine su queste tematiche". L'Assessore Mario Bortot ha detto che occorre lasciar concludere il lavoro alla Commissione speciale: "Nel rispetto delle azioni che il Comune continuerà a portare avanti, ritengo che la mozione non possa essere appoggiata dalla maggioranza per riconsegnare intatte le funzioni della Commissione stessa". Leonardo Divan (LS) ha voluto sottolineare l'entusiasmo da parte del gruppo della Lega nel sottoscrivere la mozione. Andrea Zambelli ha criticato il fatto che se i lavoratori dello sport non sono una emergenza, allora non dovrebbe occuparsene nemmeno la Commissione stessa.

Omar Korichi (Rovereto Futura) ha annunciato astensione

E' stato presentato un emendamento che impegna la giunta ad "ulteriori azioni concrete" in collaborazione con la Commissione Speciale. Il Consigliere Pozzer ha ricordato che gli interventi hanno riguardato 37 società su 114 e ha detto che con il dispositivo si individua un problema e si decide di affrontarlo in maniera concreta. L'Assessore Mario Bortot ha ricordato infine le cifre impegnate, da 500 a 5000 euro, e ha detto che il testo così emendato può essere sostenuto. La mozione è stata quindi approvata con 27 favorevoli e 1 astenuto.

* ufficio stampa del comune di Rovereto

(nella foto la sede del comune di Rovereto)

La Commissione speciale si occuperà di possibili interventi a sostegno ai lavoratori dello sport

Chi è online

 209 visitatori online