Mer09302020

Last update01:51:05

Back Cronaca Cronaca Cronaca Rovereto Si reintegri la custode della Campana dei Caduti

Si reintegri la custode della Campana dei Caduti

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Campana dei CadutiRovereto, 20 maggio 2013. - di Claudio Civettini *

Vero. Un luogo di Pace che può essere trasformato in luogo della disperazione per una Famiglia lasciata sola, forse strumentalmente "eliminata", in una situazione, quella della Fondazione Campana dei Caduti, che sembrerebbe avere molte opacità cui dare risposte precise. Risposte precise, anche in merito al licenziamento, che non troverebbe fondamento in motivi ne gravi, ne seri e al successivo dramma di una Famiglia, che in questi tempi, non potrà trovare immediate soluzioni, forse trattata come parafulmine per altre situazioni.

Mi permetterei sommessamente di dire, una vera vergogna, che, se confermata dagli atti conseguenti di sfratto esecutivo, pur nella legittimità formale, "macchia" anche quella corsa verso la corsa l'eventuale assegnazione al Premio Nobel per la Pace, cui la Campana, come simbolo e come luogo, sarebbe candidata.

Una vergogna, cui il segretario e reggente di una vita, il compianto Sergio Mozzi, ebbe modo di illustrarmi, raccomandandomi, solo un giorno prima della sua dipartita, di non lasciare sola questa Famiglia.

Ma proprio per questo, non dovendo ricorrere a carità alcuna, nella dignità del rispetto delle persone, si richiede ufficialmente che la Signora "messa sul lastrico" con la propria Famiglia, sia reintegrata immediatamente, a prescinder, poiché se risparmi si dovranno attuare, per rientrare dalla situazione che non sembrerebbe certo rosea della gestione in generale, altre e più convinte vie, sono da perseguire, cominciando a rispondere immediatamente ai quesiti posti in un preciso atto ispettivo presentato sul tema, al Presidente della Giunta provinciale.

 

* Consigliere provinciale Lega Nord Trentino

Si reintegri la custode della Campana dei Caduti

Chi è online

 203 visitatori online