Mer08042021

Last update02:20:59

Back Cronaca Cronaca Cronaca Rovereto Ludoteca: Storia e futuro

Ludoteca: Storia e futuro

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Ludoteca di RoveretoRovereto, 8 aprile 2014. - di Patrizia Belli*

Alla Comunità della Vallagarina preme precisare alcuni aspetti inerenti la questione del servizio di Ludoteca, non solo per rispondere alle famiglie che di tale servizio si avvalgono ma anche alla luce di alcune imprecisioni emerse in questi giorni. Il 31 dicembre del 2013 è scaduto il contratto stipulato con l'associazione Nexus Culture presieduta da Antonio Bolognesi, che aveva vinto la gara per la gestione della Ludoteca nel confronto concorrenziale a cui avevano partecipato in due.

La Comunità della Vallagarina alla scadenza del contratto, si era immediatamente attivata per dare continuità al servizio che ricordiamo è attivo nel periodo scolastico dei bambini (la Ludoteca si ferma a fine maggio e riprende in settembre).

È stata quindi formalizzata una proroga del contratto sino a fine aprile.

La scadenza di aprile si è resa necessaria in vista dei lavori che prenderanno il via a maggio e che riguardano un radicale riadattamento della struttura che ospita la Ludoteca, ossia l'edificio a forma di padiglione che è sito in via Dante accanto ai giardini pubblici. I lavori non sono procrastinabili, perché nel corso degli anni l'edificio si è degradato rendendo indispensabile la sua ristrutturazione.

Va inoltre ricordato che il servizio di Ludoteca è sempre stato pensato per l'intera Vallagarina tanto è vero che tutte le attività che vi si svolgono vengono concordate anticipatamente con gli amministratori dei vari Comuni del territorio.

Proprio martedì 1° aprile si è svolto un incontro con i rappresentanti delle varie Municipalità nel quale si è affrontato il tema della Ludoteca e in quella circostanza il Comune di Rovereto non ha sollevato alcunché. Rimaniamo pertanto stupiti della presa di posizione postuma da parte degli amministratori roveretani.

In ogni caso, la Comunità della Vallagarina intende rassicurare le famiglie, perché nel bilancio della Comunità, che andrà all'approvazione dell'Assemblea giovedì 10 aprile, vi sono i fondi per rispondere alle nuove esigenze delle famiglie . Sono allo studio, infatti, nuove formule per innovare e "spalmare" il servizio nelle varie località della Vallagarina. Formule che terranno conto anche della rete esistente sul territorio come i Giochi di cortili (presenti a Nogaredo, Isera e Villa Lagarina), del centro per minori di Mori (che è un servizio a livello provinciale) e dell'imminente attivazione del Km0 di Ala che sta mettendo in sinergia associazioni e volontariato per monitorare i bisogni emergenti e proporre risposte condivise e adeguate alle necessità .

Come si vede la Comunità della Vallagarina sta lavorando per dare forma a un servizio che sarà pensato per rispondere al meglio alle esigenze delle famiglie e del territorio. La Ludoteca così come è stata intesa più di 10 anni fa, va adeguata e messa al passo con i tempi di oggi.

Infine un'ultima nota riguardo ai costi: la Ludoteca dal 2008 è costata 533 mila euro (comprensivi delle spese) a carico della Comunità, il contratto con Nexus Culture è di 4.500 euro al mese. Il servizio verso i bambini era di 2 ore e mezzo al giorno, dal lunedì al venerdì e gli iscritti annuali si aggiravano sui 100 bambini (la maggior parte oltre il 90% della città di Rovereto).

 

* Ufficio Stampa | Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ludoteca: Storia e futuro

Chi è online

 315 visitatori online