Gio04092020

Last update02:16:26

Back Cronaca Cronaca Cronaca Trento Più ombre che luci nell’affare Deloitte -Trento Rise (1° puntata)

Più ombre che luci nell’affare Deloitte -Trento Rise (1° puntata)

  • PDF
Valutazione attuale: / 12
ScarsoOttimo 

L'assoluzione di Ivano Dalmonego (nella foto) mette in crisi il «teorema» dell'accusa

Trento, 12 febbraio 2020. - di Claudio Taverna

La corte di appello di Trento, cancellando la condanna in primo grado del reato di "turbativa d'asta" ad un anno di reclusione e al risarcimento di 80 mila€ a favore di Trento Rise in liquidazione, ha assolto, nei giorni scorsi, Ivano Dalmonego, all'epoca direttore generale della Provincia autonoma di Trento, per "non aver commesso il fatto".

L'assoluzione con formula piena di Dalmonego, oltre a ad avergli restituito l' "onore", getta pesanti dubbi e vaste zone d'ombra sulla indagine della procura di Trento sul complesso "affaire" Deloitte-Trento Rise, sfociata in uno "spezzatino" giudiziario di diversi filoni processuali.

L'inchiesta partì dalle pesanti accuse di Fernando Guarino, dopo la sua mancata riconferma nell'incarico di segretario generale di Trento Rise da parte del presidente prof. Fausto Giunchiglia, ed ebbe un vastissimo impatto mediatico pari, se non superiore, ai precedenti clamorosi casi giudiziari in cui venne coinvolta la politica trentina nel 1993 ( Malossini) e 2008 (Grisenti - Giano Bifronte).

In questa occasione, l'indagine della procura aveva puntato sulla colpevolezza del Dalmonego, accusandolo, insieme ad altri imputati eccellenti come il prof. Fausto Giunchiglia e l' ing. Massimo Bonacci, di aver avviato a fine 2010, il famoso Precommercial Procurement modelli, "mascherando" un appalto di servizi consulenziali a favore della Provincia che il direttore generale, secondo l'accusa, avrebbe utilizzato a partire dal settembre 2013, ben tre anni dopo l'ipotesi di ideazione, ed a soli 3 mesi dalla pensione.

Impianto accusatorio, da sempre, di difficile comprensione perché la Deloitte, in quel tempo, già disponeva di contratti milionari con Informatica Trentina, su mandato della Provincia, proprio per lo svolgimento di attività consulenziale.

Con l'assoluzione di Ivano Dalmonego, tutto l'impianto accusatorio, distribuito in vari filoni processuali vacilla pesantemente, mentre la condanna in primo grado del prof. Giunchiglia, già presidente di Trento Rise, a 2 anni e 8 mesi per turbativa d'asta sul caso "PcP modelli" e l' "appalto turismo" (derubricata in turbata libertà del procedimento di scelta del ricorrente) è stata appellata.

Quali saranno gli sviluppi processuali? Si vedrà, mentre la Procura della Corte dei Conti sta verificando le responsabilità per eventuali danni erariali. (fine prima parte)

Più ombre che luci nell’affare Deloitte -Trento Rise (1° puntata)

Chi è online

 142 visitatori online