Mar09292020

Last update09:14:53

Back Cronaca Cronaca Cronaca Trento Oggi lo spacciatore nigeriano, arrestato ieri, a processo per direttissima

Oggi lo spacciatore nigeriano, arrestato ieri, a processo per direttissima

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 29 luglio 2020. - Redazione*

Il Nucleo Civico della Polizia locale ha proceduto ieri all'arresto di un cittadino nigeriano di 24 anni, residente in un sobborgo del Comune di Trento, colto in flagranza del reato di cessione di sostanza stupefacente di tipo eroina.

L'operazione è avvenuta nel corso dei controlli quotidiani sul territorio volti a garantire la sicurezza urbana ed il contrasto alla microcriminalità ed in particolare quelli in abiti civili ed in divisa in piazza Dante, finalizzati al contrasto del degrado urbano e alla repressione del piccolo spaccio di sostanze stupefacenti.

Verso le 12.15 il personale del Nucleo Civico notava l'uomo, noto agli operanti, cedere qualcosa ad un cittadino italiano che la occultava immediatamente in una tasca dei pantaloni.

Insospettiti, provvedevano a fermare il soggetto destinatario della consegna, che dava immediatamente segni di evidente nervosismo, mentre altri agenti fermavano il cittadino nigeriano.

Messo alle strette, l'acquirente consegnava agli agenti 6 ovuli di eroina che dichiarava di avere appena acquistata dall'uomo appena fermato.

Questo veniva condotto presso il Comando della Polizia locale e sottoposto a perquisizione personale a seguito della quale veniva rinvenuta una somma di denaro superiore a 400 euro in banconote di piccolo taglio, anch'esse sottoposte a sequestro in quanto proventi dell'attività di spaccio.

La perquisizione veniva estesa al domicilio del fermato, dove veniva rinvenuto un ulteriore quantitativo di sostanza stupefacente tipo marijuana.
Il soggetto veniva dichiarato in stato di arresto e custodito presso la camera di sicurezza della Polizia locale in attesa dell'udienza per direttissima che si terrà oggi presso il palazzo di giustizia di largo Pigarelli.

I 10 operatori del Nucleo Civico della Polizia locale di Trento, attivato a maggio del 2019 con contributo provinciale, sono incaricati di vigilare con continuità le aree dove è maggiormente avvertita la necessità di garantire il rispetto delle norme che permettono la libera frequentazione e fruibilità degli spazi pubblici.
Lo sforzo di aumentare il presidio delle aree cittadine con un'attenzione particolare al controllo del rispetto delle norme di convivenza del Regolamento di polizia urbana, alla prevenzione e al contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria anche in occasione di eventi con grande richiamo di pubblico (mercati, fiere, manifestazioni, concerti ecc), al contrasto al piccolo spaccio di stupefacenti, al fenomeno della prostituzione e al controllo di rom e nomadi presenti sul territorio, ha dato quest'anno, pur in presenza dell'emergenza Covid – 19, esiti importanti.

Sono stati emessi 33 ordini di allontanamento (c.d. daspo urbano) a carico di altrettante persone colte in varie fattispecie di illecito quali atti contrari alla pubblica decenza, danneggiamento dell'arredo urbano, ubriachezza manifesta e accattonaggio molesto nelle aree sensibili della città, quali piazza Dante, piazza Leonardo da Vinci, via Torre Vanga ed altre.

Da inizio anno ad oggi, il Nucleo Civico ha effettuato 33 sequestri di sostanze stupefacenti, in 21 casi configuranti fattispecie penali ed in 12 illeciti amministrativi.

*comunicato

Oggi lo spacciatore nigeriano, arrestato ieri,  a processo per direttissima

Chi è online

 176 visitatori e 1 utente online