Dom10252020

Last update07:30:00

Back Cronaca Cronaca Cronaca Trento Trento saluta il sindaco dal pugno chiuso

Trento saluta il sindaco dal pugno chiuso

  • PDF
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 

Trento, 23 settembre 2020. - di Claudio Taverna

Franco Ianeselli non si smentisce. Già alla guida della CGIL del Trentino, con tanto di Aquila di San Venceslao nell'insegna, il neo sindaco-compagno esulta, dopo il voto che lo porta sullo scranno più alto di Palazzo Thun.

Immortalato da Alessio Coser (L'Adige di oggi) si esibisce davanti ai pochi riconoscibili compagni e felice li saluta con il pungo chiuso.

Rivendicando la coerenza della sua storia personale, dimostra, tuttavia, di essere sindaco di parte e non di tutta la città.

Pugno chiuso – badate bene - con la mano destra! Anche qui, il neo sindaco è ortodosso, diversamente dai padri del socialismo italiano, da Nenni e Lombardi, che salutavano le folle con il pugno della mano sinistra.

Mano destra o sinistra, non ha importanza: è sempre pugno chiuso. Un gesto - quello di Ianeselli - che richiama comunismo e dittatura.

Dunque Trento, la Tridentun romana (a quel tempo il saluto era sicuramente romano) e la Trento del Concilio, oggi saluta un sindaco, simpatizzante del comunismo e della dittatura!

Trento saluta il sindaco dal pugno chiuso

Chi è online

 217 visitatori online