Ven12042020

Last update08:32:03

Back Cronaca Cronaca Cronaca Trento Esenzione Imis per fabbricati utilizzati a fini ricettivi, culturali e ricreativi

Esenzione Imis per fabbricati utilizzati a fini ricettivi, culturali e ricreativi

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

La domanda deve essere presentata entro il 31 ottobre. L'esenzione è automatica per chi ha già presentato domanda per la riduzione del 50 per cento

Trento, 23 ottobre 2020. - Redazione*

A sostegno del turismo, dello spettacolo, delle attività culturali e ricreative, settori particolarmente colpiti dall'emergenza coronavirus, è stata approvata il 20 ottobre dal Consiglio provinciale una legge che prevede, per il solo periodo di imposta 2020, l'esenzione dell'imposta immobiliare semplice per determinate tipologie di destinazione d'uso di fabbricati.

Tale legge trasforma in esenzione la riduzione del 50 per cento della base imponibile Imis, già prevista dall'articolo 21 comma 1 della legge provinciale n. 6/2020, l'agevolazione per i fabbricati destinati ad albergo (categoria catastale D2), agriturismo, struttura ricettiva all'aperto, ostello per la gioventù, rifugio alpino ed escursionistico, affitta camere, casa e appartamento per vacanze, bed&breakfast, cinema, teatri, sale per concerti e spettacoli (categoria catastale D3), discoteche, sale da ballo, night club e simili, in caso di coincidenza tra soggetto passivo Imis e gestore dell'attività svolta nel fabbricato.

L'esenzione riguarda anche gli stabilimenti lacuali, fluviali o termali, nonché i fabbricati, rientranti nella categoria catastale D, in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell'ambito di eventi fieristici o manifestazioni, per i quali non è richiesta la coincidenza tra soggetto passivo e gestore dell'attività.

Per beneficiare di tale esenzione, il contribuente che non ha già presentato domanda per la riduzione del 50 per cento, deve trasmettere al Comune di Trento il modello 1480, debitamente compilato e firmato, entro il termine perentorio del 31 ottobre 2020, a pena di prescrizione (l'eventuale ritardo nella presentazione quindi non è sanabile con l'istituto del ravvedimento operoso).

Per avere informazioni più dettagliate è possibile contattare l'ufficio Imposte telefonando allo 0461/884575 o scrivendo a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  
L'ufficio Imposte è attivo nella sede di via Belenzani 19, dove dopo i traslochi dei mesi scorsi sono riuniti tutti gli uffici che fanno capo al servizio Risorse finanziarie (Bilancio, Canoni e tariffe, Entrate e credito, Imposte, Uscite).

Riceve solo su appuntamento preventivamente concordato, alla luce della perdurante emergenza sanitaria.

* comunicato

Esenzione Imis per fabbricati utilizzati a fini ricettivi, culturali e ricreativi

Chi è online

 201 visitatori online