Gio01212021

Last update04:17:00

Back Cronaca Cronaca Cronaca Trento Ianeselli voluit: Baggia&Facchin ancora insieme

Ianeselli voluit: Baggia&Facchin ancora insieme

  • PDF
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

Trento, 25 novembre 2020. - di Claudio Taverna

Le "improvvise" dimissioni di Paolo Zanella da assessore e consigliere comunale, optante per la più "prestigiosa" funzione di consigliere provinciale-regionale, a seguito di altre "nobili" dimissioni, riporta alle luci della ribalta Ezio Facchin, vecchio volto della politica di casa, con una lunga carriera tra Stato e Provincia (1), nominato dal sindaco Ianeselli assessore alla mobilità e alla transizione ecologica, al posto del dimissionario esponente di Futura.

"E' una riserva dell'Autonomia" così pomposamente si è espresso, all'atto della nomina, il sindaco di Trento (2) .

In questo caso, non possiamo che convenire con il primo cittadino, con la precisazione - non si dispiaccia il gran "commis pubblico" – che quella nomina è proprio di "riserva", cioè a partita già iniziata, in sostituzione, ereditandone anche le deleghe, del dimissionario Zanella.

Allora, sorge spontanea la domanda.

Perché il signor Facchin è stato tenuto in panchina, quando - sempre secondo il sindaco - l'incarico del neo assessore sarà quello di aiutare l'amministrazione a "progettare la tramvia e la stazione ipogea", traguardo tanto prestigioso quanto discutibile, ma comunque di notevole complessità,  compito assegnato in precedenza al dimissionario Zanella, la cui professionalità è molto diversa e ben lontana da quella di chi si occupa di progetti ferroviari?

A questo proposito non possiamo non rilevare la "gaffe" verso il neo assessore in cui è incorso il sindaco Ianeselli, nella presentazione della sua nomina.

Infine, si viene a ricostituire, con l'occasione, nella giunta comunale della Città,  la "celebre" coppia "Baggia (assessore alla pianificazione territoriale) & Facchin", messasi in luce ai tempi della loro gestione di Trentino Trasporti (2010-2019).

In particolare, durante la loro permanenza ai vertici della concessionaria del trasporto pubblico, non è sfuggita, tra l'altro, alla cronaca la dispendiosa (per le casse provinciali) vicenda dei "bus all'idrogeno" (3), miseramente naufragata,  di cui diffusamente si sono occupati Trentino Libero ed il sottoscritto (4).

(1) Ezio Facchin: la sua carriera (di Stato e di Provincia)

(2) Ezio Facchin nuovo assessore alla mobilità e alla transizione ecologica

(3) “Ritrovati” a Rovereto i bus (d’oro) all’idrogeno.....

(4) Trentino Trasporti: idrogeno che passione!

Ianeselli voluit: Baggia&Facchin ancora insieme

Chi è online

 416 visitatori online