Ernesto Patti confermato alla guida del Gruppo Ferromodellistico Pocher di Trento

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Lanciata l'idea di far nascere un mini museo con la storica vaporiera GR625 nella Stazione FS

Trento, 4 febbraio 2021. - Redazione*

Ernesto Patti è stato riconfermato alla Presidenza dell'Associazione di Promozione Sociale GFF Arnaldo Pocher di Trento, che da 28 anni è anima dell'attività Ferromodellistica in Trentino. L'assemblea annuale si è tenuta con modalità insolite rispetto al passato grazie ad un collegamento web che ha riunito virtualmente le decine di soci per fare un bilancio dell'intensa attività 2019, che ha visto tra l'altro Trento ospitare il Congresso nazionale della FIMF (Federazione Italiana Modellisti Ferroviari), e porre le basi per le iniziative dei prossimi anni. Ricordato il socio Marcello Valcanover scomparso negli scorsi mesi.

Tra le attività istituzionali 2019 va segnalato l'incontro con il presidente del Trentino Maurizio Fugatti al quale è stato presentato il progetto relativo alla nascita di un Mini Museo Ferroviario volto a valorizzare la storica vaporiera FS GR 625.011 e alcuni carri merci presenti nell'area ferroviaria di Trento.

Appuntamento principale dello scorso anno è stata l'organizzazione del 68° congresso FIMF ospitato a Trento il 18 e 19 ottobre presso la Sala del Consiglio dell'Associazione Nazionale Alpini di Trento con la presenza di una settantina di soci e delegati di tutta Italia. Ospite d'onore è stata Anna Pocher, con il racconto di alcuni aneddoti della vita con papà Arnaldo, l'industriale e importante modellista di origine trentine a cui è intitolato proprio il club ferromodellistico del capoluogo. La sua produzione di modelli ferroviari e automobilistici, iniziata negli anni '40-'50 e poi assorbita dalla Rivarossi, è ancora punto di riferimento in campo internazionale.

FIMF ha donato ad Anna un esemplare del carro realizzato da SAGI per il congresso. Il socio Diego Baldo ha presentato il diorama della antica stazione della Trento-Malé, sita nella attuale piazzetta Silvio Pellico a Trento. Durante il congresso sono stati visitati il museo TtrAM presso la sede di Trentino Trasporti, i plastici del ModelClub di Pergine Valsugana e con un viaggio in treno la rimessa di Croviana. Nel capoluogo è stato visitato anche il deposito della Trento-Malé dove è ricoverato il convoglio storico. Roberto Poletti, Maestro Modellista FIMF, ha proposto i suoi meravigliosi modelli della Trento Malé, di cui anche recentemente si è occupata la stampa specializzata nazionale. Se per il Congresso FIMF la SAGI ha allestito una piccola serie di carri, il socio Stefano Carrara ha presentato una splendida carrozza color rubino metallizzato e decorata con i loghi GFF Pocher e FIMF, ora esposto in Sala Mazzoni.

Sempre nel 2019 spiccano alcuni importanti lavori di adeguamento del plastico sociale Villazzano in H0 molto apprezzato dai partecipanti al Congresso FIMF e le presenze ad alcuni importanti appuntamenti: a marzo al Model Expo Italy a Verona e a luglio alla prima Giornata Modellistica a Primolano, organizzata da Società Veneta Ferrovie. Nell'occasione è stato esposto il plastico Ricci e il diorama Roncegno con materiale informativo. Sempre luglio è stato visitato il grande plastico in LGB di Umberto Sartor a Montebelluna ispirato alla Ferrovia Retica e alle altre reti svizzere di montagna. La visita si è conclusa con una degustazione di vini della Cantina Montelliana.

Da segnalare anche le attività legate al Progetto Scuola Ferrovia che ha coinvolto 17 classi delle scuole primarie di Pergine Valsugana, in altrettanti turni, per complessivi 344 scolari grazie alla collaborazione e sinergia del Dopolavoro Ferroviario di Trento. L'attività ha potuto contare su Fabio Faes che curato gli aspetti logistici e accompagnato le scolaresche nel viaggio di andata e ritorno dalla Valsugana, intrattenendo gli scolari e distribuendo materiale informativo e gadget del nostro Gruppo. L'attività si è conclusa, come in passato, con una festa nel teatro comunale di Pergine Valsugana, con tutti gli scolari, le maestre e i maestri, i rappresentanti del DLF e i soci dell'Associazione di Promozione Sociale G.F.F. Arnaldo Pocher. Inoltre, a marzo, su iniziativa della Polizia Ferroviaria, è stata ospitata in Sala Mazzoni una scolaresca di Campitello di Fassa, nell'ambito della campagna di sensibilizzazione sui temi della sicurezza.

* comunicato

Ernesto Patti confermato alla guida del Gruppo Ferromodellistico Pocher di Trento