Parcheggio pertinenziale di San Donà: quale futuro per l'area?

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Sono previste fondamenta e strutture verticali atte a permettere l'utilizzo successivo dello spazio sovrastante?

Trento, 12 aprile 2021. - di Silvia Zanetti*

L'avvio del cantiere per la realizzazione del parcheggio interrato (80 posti), non risolve di certo i problemi del Sobborgo nato attorno agli anni Sessanta, considerando che i condomini presenti sono privi di garage (gli appartamenti sono 250 circa).

La costruzione del parcheggio pertinenziale viene incontro solo in minima parte al problema, in quanto per molti dei residenti la spesa per il posto macchina pertinenziale non è sostenibile.

Il Centro Sociale abbattuto, chiuso da più di vent'anni, la distruzione del giardino con giochi e campetto polifunzionale per esigenze di scavo, a quanto è dato sapere, non verranno più ricostruiti dopo la realizzazione del parcheggio.

Viene quindi a mancare non solo un punto di riferimento, ma gran parte della storia del quartiere viene cancellata.

É giusto ricordare che per anni il vecchio Centro Sociale, così veniva chiamato, nel quale aveva sede la biblioteca (ora spostata a Cognola), un piccolo teatro ed una serie di uffici per servizio pubblico, ha rappresentato un punto di riferimento per le famiglie, bambini e ragazzi; le molte attività socio ricreative che si svolgevano in quella sede e che coinvolgevano la popolazione ora sono del tutto assenti.

Per tali motivi è di primaria importanza capire se l'amministrazione comunale intenda, terminati i lavori del parcheggio pertinenziale, ripristinare la piazza ed il relativo parcheggio a raso, l'area sportiva e l'area giochi ivi esistente, piantumare nuovamente l'area con alberi ad alto fusto e ancora, ricostruire il Centro Civico, unico luogo aggregativo di San Donà, come pubblicamente promesso ripetutamente dall'Amministrazione comunale in passato, realizzando anche degli spazi commerciali.

E, soprattutto, se il comune intende prevedere in questa fase realizzativa la predisposizione delle fondamenta e delle strutture verticali atte a permettere la costruzione di tutto ciò che si vorrà realizzare in futuro per non pregiudicare irreparabilmente la soluzione dei problemi evidenziati.

Si attende dunque risposta all'interrogazione (1) nella seduta di mercoledì 14 aprile, auspicabilmente con possibili soluzioni che tengano in considerazione le esigenze del quartiere.

(1) interrogazione Zanetti del 25 marzo 2021

* consigliere comunale di Trento

(nella foto Silvia Zanetti)Parcheggio pertinenziale di San Donà: quale futuro per l'area?