Dom09262021

Last update06:49:56

Back Cronaca Cronaca Cronaca Trento «Si può fare!» è in pezzi

«Si può fare!» è in pezzi

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 26 maggio 2021. - di Silvia Zanetti*

Il progetto politico di Si può fare! - nato la scorsa primavera - si ritrova ad un punto di stallo che merita una seria riflessione.

Le persone che mi hanno accompagnata in questo importante percorso non si riconoscono nell'operato dell'attuale segreteria dell'associazione.

È di fatto mancato completamente il coinvolgimento degli interpreti che hanno animato il progetto. Non ultime le componenti dei civici, di Popoli Liberi e, soprattutto, delle anime popolari.

In questa situazione, vengono quindi a mancare lo spirito e i presupposti fondanti del progetto che ha avuto la capacità di unire le componenti dei civici, dei popolari e degli autonomisti.

Raccogliendo le emozioni e le idee di chi ha reso possibile il nostro successo alle passate elezioni comunali di Trento e, per correttezza e rispetto per la fiducia ed il supporto che ho ricevuto, ritengo doveroso proseguire il percorso originariamente intrapreso con coerenza e determinazione.

Il futuro ci vede protagonisti e anche grazie al sostegno ricevuto negli ultimi mesi al di fuori della città di Trento e in tutto il nostro territorio, siamo decisi ed entusiasti nell'avviare una nuova fase che rispetti le caratteristiche fondanti della nostra azione politica basata sui valori ed i principi della moderazione, della democraticità e, soprattutto, che deve avere un'appartenenza esclusivamente territoriale e non nazionale che rispecchi la nostra identità autonomista.

(nella foto Silvia Zanetti)

«Si può fare!» è in pezzi

Chi è online

 342 visitatori e 1 utente online