Dom09222019

Last update06:26:16

Back Cronaca Cronaca Cronaca Nazionale Sciopero metalmeccanici, molto elevata l'adesione

Sciopero metalmeccanici, molto elevata l'adesione

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Sciopero metalmeccanici: buona l'adesione nei cortei di Milano, Firenze e Napoli. Cgil, Uil e Cisl contestano la politica economica del Governo Conte rilanciando crescita, occupazione e investimenti

Trento, 15 giugno 2019. - di Franco Longo*

Sciopero metalmeccanici: buona l'adesione nei cortei di Milano, Firenze e Napoli. Cgil, Uil e Cisl contestano la politica economica del Governo Conte rilanciando crescita, occupazione e investimenti.

Un vero successo, con queste parole Maurizio Landini, segretario generale della Cgil ha definito lo sciopero dei metalmeccanici organizzato da Fiom Cgil, Uilm e Fim Cisl . Landini, presente al corteo di Milano afferma che "in questo momento di recessione serve una svolta. C'è bisogno di una politica industriale che faccia ripartire gli investimenti perché l'Italia sta perdendo credibilità in Europa. Lo sciopero chiede all'Esecutivo giallo – verde che si imbocchino delle politiche adeguate a favore della crescita.

Il lavoro deve essere la priorità assoluta. A Milano oltre a Landini era presente il vice segretario della Cgil Vincenzo Colla. La manifestazione è partita da Porta Venezia ed è arrivata fino in piazza Duomo.

A Napoli il corteo si è svolto partendo da piazza Mancini a piazza Matteotti. Nella città partenopea hanno partecipato i segretari confederali della Cgil Ivana Galli, Giuseppe Massafra ed Emilio Miceli.

A Firenze il corteo è partito da Piazza Cavalleggeri ed è arrivato in Piazza della SS Annunziata. Nel capoluogo toscano erano presenti la vice segretaria generale della Cgil Gianna Fracassi e il segretario confederale Roberto Ghiselli.

Soddisfatto anche il segretario della Uil Carmelo Barbagallo che giudica positivo l'effetto "fabbriche vuote e piazze piene".

Lo sciopero ha raggiunto il suo obiettivo. Nel capoluogo toscano ha parlato dal palco il Segretario generale della Uilm, Rocco Palombella, mentre a Napoli è stato il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, a sfilare al fianco dei lavoratori confluiti nella città partenopea da tutte le regioni del Sud.

Stessi concetti sono stati espressi anche da Annamaria Furlan segretaria della Cisl. "Siamo assolutamente preoccupati. Il paese è fermo: crescita zero, investimenti in calo, scelte economiche sbagliate del governo stanno portando l'Italia alla recessione. Questo non è accettabile. Come sindacato vogliamo che al centro delle politiche economiche ci sia il lavoro."

Lo scontro Governo – Sindacati continua. Dopo la manifestazione di Roma dello scorso 9 febbraio, sabato 22 giugno le organizzazioni dei lavoratori saranno ancora in piazza a Reggio Calabria per una grande manifestazione nazionale dal titolo Ripartiamo dal Sud per unire il Paese.

A questo punto si aspettano le risposte del Governo: Conte, Salvini, Di Maio.

*Telefono 3404835954

Sciopero metalmeccanici, molto elevata l'adesione
Banner