Mar10262021

Last update03:50:35

Back Cronaca Cronaca Cronaca Nazionale Aeroporto Catullo: "Minaccia con proiettile"

Aeroporto Catullo: "Minaccia con proiettile"

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Un proiettileVerona, 8 febbraio 2012. - Sono passati solo un paio di mesi da quando il nostro Michele Croce, avvocato, ma soprattutto segretario de L'Officina, ha sollevato il coperchio delle male gestioni dell'Aeroporto Catullo, mettendo in luce il disastro economico, le inefficienze, i buchi, le assunzioni esagerate.
Il nostro Croce aveva anche scoperto il miracolo di Calzoni, qualcosa che sta tra il mistico e la furbata: alcuni campi da adibire a parcheggio che erano stati comprati a prezzo di mercato, stavano per essere venduti al triplo del loro valore. Un autentico miracolo!

Da quel dì si sono mosse le acque. Del Catullo, oltre a L'Arena, che già stava conducendo un'inchiesta, si è aggiunta Striscia la Notizia (Canale 5) che ha denunciato lo spreco dell'aeroporto di Montichiari che sta aperto per un solo volo postale notturno ed il sistema di assunzioni lottizzate dai partiti, descritto dal consigliere d'amministrazione con delega al personale Pennacchia, in una registrazione fuori-onda trasmessa dagli Intoccabili (La7).
Ed è notizia di un paio di giorni che il Procuratore della Repubblica di Verona Schinaia ha aperto un inchiesta sull'Aeroporto. Inchiesta che ci auguriamo metta in luce responsabilità ed eventuali reati.
Ciò dimostra che la denuncia politica del nostro Michele Croce era più che fondata e che quindi ha fatto molto bene a muovere le acque. Se non altro perchè l'Aeroporto Catullo è per Verona ed il suo territorio un importante fattore economico di sviluppo ed è inaccettabile che venga gestito malamente. E soprattutto perchè siamo tutti stufi che ci siano dei furbetti che si fanno gli affari propri con i soldi pubblici e che la facciano sempre franca.
Insomma, il nostro Michele Croce ha toccato un nervo scoperto del sistema politica/affari.
Ed a riprova che lo ha fatto ed ha dato fastidio a qualcuno c'è un fatto: martedì mattina ha ricevuto, assieme alla corrispondenza del suo studio legale, una busta contenente un proiettile accompagnata da una frase minacciosa: bastardo, farai la fine dell'Aeroporto Catullo.
Ovviamente la Digos sta facendo le indagini per scoprire l'autore di questa grave minaccia e valuterà le misure di sicurezza da adottare. In ogni caso non sarà certo con le intimidazioni che riusciranno a fermare Michele Croce e L'Officina nel loro impegno di moralizzazione della politica.

Lettera politica Veneto

Aeroporto Catullo:

Chi è online

 250 visitatori online