Ven10222021

Last update11:46:46

Back Cronaca Cronaca Cronaca Nazionale Canone sul PC, marcia indietro della RAI

Canone sul PC, marcia indietro della RAI

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Personal ComputerTrento, 22 febbraio 2012. - Marcia indietro della Rai sulla richiesta del pagamento del canone per i possessori di pc e di altri strumenti informatici. Ci voleva, altrimenti, sarebbe scoppiata la rivoluzione. Da sempre, Trentino Libero aggoggia la battaglia per l'abrogazione del canone Rai. Sull'argomento registriamo la presa di posizione del Partito Pensionati.

"Molto bene ha fatto la Rai a far cadere la pretesa del Canone anche su pc, tablet e smartphone. – ha dichiarato il Segretario Nazionale del Partito Pensionati, Carlo FatuzzoEstremamente positivo il ruolo svolto in questa vicenda dal Ministero dello Sviluppo Economico. Richiamarsi ad una legge vecchia di 74 anni per imporre un balzello a strumenti che usano tecnologie allora inimmaginabili, è semplicemente assurdo e fuori luogo.

Questa vicenda deve portare ad una riflessione generale anche sul Canone Rai – ha rimarcato Fatuzzoovvero la tassa che gli italiani, per legge, devono pagare per il semplice fatto di possedere un apparecchio tv.

È ora che questo assurdo balzello sia cancellato. La Rai deve imparare a stare sul mercato contando, come fa l'emittenza privata, sulle già enormi risorse derivanti dalla pubblicità – ha concluso Fatuzzo evitando di spendere cifre più che significative per personaggi vari che potrebbero accontentarsi di compensi più modesti. Imporre un canone di 112 euro a pensionati, lavoratori e a milioni di italiani, in difficoltà non è solo inopportuno, ma è anche assurdo.

Canone sul PC, marcia indietro della RAI

Chi è online

 178 visitatori online