Mer02242021

Last update03:49:49

Back Cronaca Cronaca Cronaca Nazionale Giorno del Ricordo, gli studenti dell’Isis incontrano la Storia

Giorno del Ricordo, gli studenti dell’Isis incontrano la Storia

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Spilimbergo (PN), 21 febbraio 2021. - Redazione*

L'Istituto di istruzione superiore "Il Tagliamento" di Spilimbergo ha organizzato un'iniziativa, rivolta agli allievi delle classi quarte e quinte, in occasione del Giorno del Ricordo, istituito annualmente per conservare e rinnovare la memoria delle vittime delle foibe, dell'esodo degli italiani dall'Istria e Dalmazia e delle drammatiche vicende legate alla definizione del confine orientale. Dopo un'accurata formazione storica svolta in classe, è stato invitato a parlare agli studenti, tramite un incontro online, Claudio Tommasi, profugo da Pola ed esponente dell'Associazione Libero Comune di Pola in esilio.

«L'iniziativa – spiega la dirigente scolastica Lucia D'Andrea rientra in un percorso di educazione civica che stiamo proponendo, volto a commemorare alcune date significative, come la Giornata della Memoria, il Giorno del Ricordo appunto, la Festa della Liberazione, la Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Si tratta di momenti di riflessione e di crescita collettiva, nel corso delle quali – se possibile – cerchiamo di condividere delle testimonianze significative».

Tommasi ha raccontato della sua infanzia a Pola, della strage di Vergarolla di cui è stato testimone diretto (causata dall'esplosione di materiale bellico, avvenuta il 18 agosto 1946 sulla spiaggia di Vergarolla a Pola, provocò la morte accertata di 65 persone), della sua esperienza di esule dall'Istria verso Brugnera, dello stato d'animo suo e dei suoi genitori dinanzi alla triste necessità di abbandonare la città di origine, della sua visita alle foibe, ma anche del suo impegno nel ricostruire i fatti storici di cui è stato protagonista.

«Il Giorno del Ricordo deve essere un momento per le nuove generazioni per conoscere la storia. Spesso – ha spiegato Tomasi rivolgendosi ai ragazzi – in queste occasioni si parla di negazionismo. Io dinanzi ai giovani mi pongo in maniera più cauta: spesso non conoscono e non riescono neppure a immedesimarsi nelle situazioni che la mia generazione ha vissuto. È per questo che è necessario un dialogo e un confronto, che è quello che sono riuscito a portare avanti qui a Spilimbergo con voi».

* da Messaggero Veneto

( nella foto l'Istituto di Istruzione Scolastica Superiore "Tagliamento")

Giorno del Ricordo, gli studenti dell’Isis incontrano la Storia

Chi è online

 360 visitatori online