Ven10222021

Last update11:46:46

Back Cronaca Cronaca Cronaca Nazionale Nicolò Zanon, inflessibile custode della finanza pubblica a 30mila€ al mese

Nicolò Zanon, inflessibile custode della finanza pubblica a 30mila€ al mese

  • PDF
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

Trento, 27 marzo 2021. – di Carlo Martello

Avvocato, professore ordinario di diritto costituzionale all'Università degli Studi di Milano, nel 2009 senatore del PdL, nel 2010 è stato eletto nel consiglio superiore della magistratura, editorialista di vari giornali (Il Giornale, Libero, Il Sole 24Ore).

Il 18 ottobre 2014, Nicolò Zanon viene nominato giudice della Corte costituzionale dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano insieme con Daria de Pretis.

Ha giurato l' 11 novembre 2014 al Quirinale davanti alle più alte cariche dello Stato prendendo possesso della piena funzione del suo ufficio. Si è dimesso dall'incarico il 12 marzo 2018, in seguito a un'indagine a suo carico per peculato, ma, il giorno successivo, la Corte ha respinto le sue dimissioni. Il 28 maggio 2018 cadono le accuse a suo carico con il procedimento che viene archiviato su richiesta della Procura stessa. (Wikipedia).

Lo ricordiamo, inoltre, redattore delle sentenze n. 108/19 (Trentino Alto Adige) e 44/2021 (Sicilia) in materia di vitalizi regionali. Caparbio, inflessibile, indiscutibile, strenuo difensore, con motivazioni non sempre condivisibili, della "finanza pubblica", Lui che percepisce una indennità mensile di ca 30 mila€.

Prossimo alla scadenza del mandato settennale potrebbe, come da prassi, diventare presidente della Consulta.

(nella foto Nicolò Zanon)

 

Nicolò Zanon, inflessibile custode della finanza pubblica a 30mila€ al mese

Chi è online

 153 visitatori online