Lun06142021

Last update03:06:18

Back Cronaca Cronaca Cronaca Nazionale Commemorazione del "Patriarca Beato Bertrando di Saint Geniès" quale "Patrono Civile della Comunità"

Commemorazione del "Patriarca Beato Bertrando di Saint Geniès" quale "Patrono Civile della Comunità"

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Udine, 8 giugno 2021. - di Elisabetta Marioni*

In occasione del ventennale della proclamazione del "Patriarca Beato Bertrando di Saint Geniès (1) " quale "Patrono Civile della Comunità", avvenuta il 30 marzo 2001, per i suoi alti meriti storico-politici, sociali, etici, civili e culturali, ho presentato la mozione di sentimenti avente ad oggetto "Commemorazione istituzionale del "Patriarca Beato Bertrando di Saint Geniès" quale "Patrono Civile della Comunità", con riunione solenne annuale del Consiglio Comunale di Udine in data 6 giugno", che è stata approvata nella seduta del Consiglio Comunale del 31 maggio scorso.

Il Consiglio Comunale di Udine, pertanto, si è impegnato a riunirsi ogni anno, nella data del 6 giugno, per la commemorazione solenne del "Patrono Civile della Comunità", anche con la presenza di relatori esterni, espressione del mondo culturale.

Nel testo della mozione, dopo aver ricordato le motivazioni che condussero alla proclamazione di vent'anni or sono, grazie ad una vasta mobilitazione popolare, che vide impegnati singoli cittadini, i borghi, le circoscrizioni e soprattutto il Circolo Universitario Friulano Academie dal Friȗl, guidato dal prof. Alberto Travain, ho sottolineato il ruolo del Patriarca Bertrando nell'affermazione di Udine come capoluogo territoriale, politico e culturale, regionale e internazionale, con la medesima vocazione internazionale dell'antica metropoli di Aquileia, e nell'istituzione dei cinque quartieri suburbani e dell'assemblea popolare dell'Arengo, la cui campana ancor oggi chiama a riunione il Consiglio Comunale.

Il Patriarca Bertrando, paladino della partecipazione popolare, particolarmente impegnato in opere di carità e di beneficenza nei confronti delle fasce sociali più deboli, promotore dello sviluppo culturale ed economico di Udine, non poteva che essere riconosciuto come "Patrono Civile della Comunità" perché portatore di valori laici universali, valori di rinnovamento civile ed etico, di partecipazione democratica, di giustizia e di buon governo, in cui tutti possano riconoscersi al di là dell'appartenenza politica e del credo religioso.

L'impegno assunto dal Consiglio Comunale di Udine nella seduta del 31 maggio scorso di commemorare il Patriarca Bertrando come "Patrono Civile della Comunità" ogni anno, nella data del 6 giugno, anniversario del suo assassinio, avvenuto appunto il 6 giugno del 1350 alla Richinvelda, nel quadro di una congiura territoriale in odio alla città di Udine di cui egli fu promotore, rivela , quindi, un particolare significato etico- civile ed identitario, rinnovando ed attualizzando le manifestazioni di omaggio civico di cui fu oggetto fin dalla sua morte.
Ritengo che la commemorazione annuale del Patriarca Bertrando nell'ambito del Consiglio Comunale riunito in seduta solenne, anche con la presenza di relatori esterni, espressione del mondo culturale, possa costituire un momento di alto profilo e di crescita collettiva, un'occasione speciale in cui la politica e la cultura potranno riflettere e confrontarsi intorno alla figura del "Patrono Civile della Comunità" e dei valori universali ed inclusivi che rappresenta.

(1) Patriarca di Aquileia Bertrando di San Genesio

* vicepresidente del consiglio comunale di Udine

(Nella foto Teca con corpo del Beato Bertrando di San Genesio - Patriarca di Aquileia - Duomo di Udine)

Commemorazione del

Chi è online

 205 visitatori online