Lun08022021

Last update09:28:04

Back Cronaca Cronaca Cronaca Provinciale La leggenda dell’Araba Fenice: protagonista Federico Secchi

La leggenda dell’Araba Fenice: protagonista Federico Secchi

  • PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

Trento, 18 giugno 2021. – di Carlo Martello

Federico Secchi: "non mi ricandido più" e sorprese tutti. Nell'intervista concessa ad un quotidiano, era il 25 luglio 2020, il sindaco di Avio annunciava che non si ricandidava alle elezioni del 20 settembre. Ragioni di natura familiare e la stanchezza nella gestione della pandemia lo avevano convinto. "una decisione che mi costa cara"...... il suo commento.

C'era, tuttavia, il "niet" palese del presidente aviense che non poteva accettare che il sindaco del suo paese non fosse leghista. Da qui, la candidatura di Ivano Fracchetti, favorita dall'insipiente arrendevolezza di Fratelli d'Italia e Secchi, iscritto al partito della Meloni, lasciava il campo, pur avendo ben figurato come amministratore, con una lettera d'addio ai suoi concittadini.

A distanza di qualche mese, Federico Secchi torna sorprendentemente protagonista. Viene nominato dalla giunta Fugatti commissario straordinario del comune di Lona Lases, noto alle cronache, purtroppo, per l'operazione "perfido".

L'incarico commissariale è di breve durata ma di grande responsabilità. I motivi familiari che lo avevano convinto a non presentarsi alle comunali di Avio pare siano superati, meglio così.

Ma la nomina di Secchi è il riconoscimento della sua meritevole professionalità, quando il presidente aviense, solo qualche mese prima, gliela aveva negata per ragioni "esclusivamente" di partito.

Al "caso" Secchi ben si addice, allora, la leggenda dell'Araba Fenice.

La leggenda dell’Araba Fenice: protagonista Federico Secchi

Chi è online

 213 visitatori e 1 utente online