Gio10212021

Last update03:30:09

Back Cronaca Cronaca Cronaca Provinciale Oltre 168mila€ di spesa inutile, malgrado la Corte dei Conti

Oltre 168mila€ di spesa inutile, malgrado la Corte dei Conti

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Trento, 9 settembre 2021. - di Alessia Ambrosi*

La sentenza della Corte dei Conti che giustifica l'onerosa consulenza da 168.822 euro per pianificare la riassegnazione delle concessioni idroelettriche, come ogni sentenza, va rispettata. Tuttavia, è perlomeno singolare che all'interno di un'organigramma da oltre 100 unità fra APAC e APRIE (Azienda Provinciale per le Risorse Idriche e l'Energia) non vi siano elementi che presentino un'approfondita competenza sulla disciplina normativa legata all'idroelettrico che, come ben sappiamo, è una voce di cruciale importanza per l'economia provinciale e riguarda lo sfruttamento di una risorsa strategica di cui il Trentino è ricchissimo qual è l'acqua.

La perplessità sulla consulenza è inoltre alimentata dal fatto che essa abbia portato infine a una legge pasticciata sulle grandi derivazioni che è stata impugnata dal Governo a livello nazionale, causando un vulnus non indifferente alla nostra Autonomia e alla capacità di disporre in maniera oculata ed efficiente delle nostre risorse. Per quanto sia stata formalmente legittima la consulenza, risulta dunque poco opportuna e comprensibile la spesa di 168.822 euro di soldi dei trentini per un risultato che, alla riprova dei fatti, si è rivelato fallimentare.

* consigliere provinciale-regionale

(nella foto Alessia Ambrosi)

Oltre 168mila€ di spesa inutile, malgrado la Corte dei Conti

Chi è online

 113 visitatori online