Ven08122022

Last update04:17:12

Back Cronaca Cronaca Cronaca Provinciale Plateatici, il plauso degli esercenti per la proroga delle misure di semplificazione

Plateatici, il plauso degli esercenti per la proroga delle misure di semplificazione

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 25 giugno 2022.Redazione*

Le Associazioni dei ristoratori e dei pubblici esercizi plaudono alla decisione della Giunta provinciale di Trento di estendere fino al 31 dicembre 2022 le misure di semplificazione per l'installazione di plateatici e altre strutture leggere. Una decisione fortemente caldeggiata dalle associazioni e richiesta più volte all'amministrazione pubblica che oggi ha accolto le esigenze delle categorie. «Ringraziamo la Giunta provinciale per aver accolto la nostra istanza e prorogato le misure di semplificazione sino alla fine dell'anno. Ora lavoriamo per il prolungamento della stagione dei plateatici». «Ad oggi - commentano i presidenti Fabia Roman e Marco Fontanari - le linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali prescrivono ai Pubblici esercizi sino al 31 dicembre 2022, di privilegiare gli spazi esterni in luogo di quelli interni. A fronte di tale prescrizione appariva ragionevole, a nostro avviso, prorogare le misure di semplificazione sino alla fine dell'anno per consentire ai titolari delle imprese di pubblico esercizio di conformare la propria attività alle regole di prevenzione attualmente vigenti. Vogliamo lavorare in sicurezza ed evitare ulteriori chiusure non più sostenibili, per le nostre attività».

La Provincia ha inoltre recepito, su richiesta delle due Associazioni, quanto previsto a livello nazionale dal "Decreto Taglia Prezzi" che aveva introdotto in precedenza delle ulteriori semplificazioni procedurali con riguardo alle autorizzazioni rilasciate dalla Soprintendenza.
«Su questo versante abbiamo chiesto alla Provincia di allineare le disposizioni provinciali, fino a questo momento più restrittive, con quelle nazionali. Grazie a questo intervento non sarà necessario ricevere le autorizzazioni della Soprintendenza o del Ministero dei Beni culturali e turismo, per installare strutture amovibili su pubbliche piazze, vie, strade e su altri spazi urbani aperti che siano di interesse storico o artistico».

Lavoriamo per un prolungamento della stagione dei plateatici
I presidenti Roman e Fontanari guardano anche al futuro e lavorano per un prolungamento della stagione dei plateatici. «La pandemia - spiegano - ha ridisegnato un nuovo modello di città e ci ha offerto al contempo, la possibilità di migliorare il nostro contesto urbano grazie alla valorizzazione del suolo pubblico a disposizione dei locali. Questo modello deve essere perseguito anche in futuro all'interno di un binario chiaro e condiviso con tutti gli enti locali interessati. Un modello irrinunciabile non solo perché si allinea con le nuove tendenze di mercato che vedono i consumi spostarsi dall'interno verso l'esterno del locale, ma anche perché favorisce il percorso di rinascita delle nostre città contribuendo a renderle più attrattive e sicure».
Prevedere anche per l'inverno, dal 1° novembre al 30 aprile, la possibilità per gli esercenti di usufruire di strutture eleganti e accoglienti rappresenta un vantaggio per molteplici aspetti: rende decorosi i centri storici cittadini, sostiene l'occupazione del settore, offre maggiori garanzie in termini sanitari per i frequentatori di bar e ristoranti, rappresenta un importante introito economico per le casse pubbliche e favorisce la socialità.
Le Associazioni hanno richiesto inoltre l'istituzione di un fondo a favore dei Comuni trentini per poter far fronte al minor gettito derivante dall'esonero del canone unico patrimoniale per gli esercizi pubblici. Una richiesta, questa, che verrà discussa a breve con l'ente pubblico.

*comunicato

Plateatici, il plauso degli esercenti per la proroga delle misure di semplificazione

Chi è online

 308 visitatori online