Ven08192022

Last update04:28:13

Back Cronaca Cronaca Cronaca Provinciale L’ “8 settembre” delle Poste in Trentino

L’ “8 settembre” delle Poste in Trentino

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Trento, 3 agosto 2015. – di Claudio Taverna

Errore strategico quello della Provincia autonoma non essersi seriamente occupata, a tempo debito, delle "Poste", destinate alla "privatizzazione", mentre Trento, "derubata" per ignavia della sede compartimentale (quando Bolzano l'ha mantenuta) venne ridotta alle dipendenze di Venezia.

Da allora, e con la "privatizzazione" ideata da Passera, il Trentino ha vissuto la chiusura, a macchia di leopardo, di decine e decine di uffici postali, privando, soprattutto la periferia, di un servizio molto importante per le comunità.

L' 8 settembre dovrebbe chiudere l'Ufficio postale di Caoria: in redazione sono giunte telefonate di protesta che si aggiungono alle numerose provenienti in passato da molte località del Trentino.

Molteplici interrogazioni, addirittura una mozione approvata dal consiglio provinciale nel marzo scorso, ma le Poste Italiane, imperterrite nel loro percorso.

Purtroppo lo sbaglio è quello di partenza, e oggi, come ieri, si pagano le conseguenze. Ma le battaglie per Caoria, per San Martino e per gli altri paesi del Trentino si possono anche perdere, ma si devono combattere.

La Giunta ci deve credere e deve fare la sua parte, così la delegazione parlamentare. a tutti i livelli.

L’ “8 settembre”  delle Poste in Trentino

Chi è online

 418 visitatori online