4 Novembre 1918 – 4 Novembre 2021: ritorni Festa Nazionale

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 4 novembre 2021. – di Claudio Taverna

Il 4 novembre 1918 cessano le ostilità tra il Regno d'Italia e l'Impero Austro-Ungarico, mentre il giorno prima a Villa Giusti di Padova, viene firmato l'armistizio tra le autorità militari italiane e austriache.

Nel 1919 il 4 novembre diventa Festa Nazionale e tale resta fino al 1976.

In quella data, non si "celebra" solo la "Vittoria", termine scomparso da lessico dei professionisti del "politicamente corretto", ma si ricordano con incancellabile affetto i 600 mila Caduti, 1 milione di Feriti, tra cui 500mila Mutilati.

Quest'anno ricorre il centenario del Milite Ignoto, il soldato italiano caduto senza nome, che partì dalla stazione di Aquileia per raggiungere Roma dove è sepolto nell'Altare della Patria, sotto la statua della dea Roma.

Per il suo indiscutibile significato simbolico e nell'ambito di una ritrovata solidarietà nazionale, il 4 Novembre deve ritornare FESTA NAZIONALE!

(nella foto il Sacrario di Redipuglia dove risposano 100 mila Caduti dell'Invitta III° Armata)

4 Novembre 1918 – 4 Novembre 2021:  ritorni Festa Nazionale