Gio01202022

Last update04:07:28

Back Cultura e Spettacolo Arte e Cultura Cinema Jafar Panahi: Taxi Teheran

Jafar Panahi: Taxi Teheran

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 19 settembre 2015. - di Elettra Taverna

Jafar Panahi si è laureato a Teheran alla facoltà di cinema e televisione, vive a Teheran nella zona residenziale, dove prima del 1979, lo scià Mohammad Reza viveva insieme alla sua passione per l'Occidente e il suo sfarzo.

Panahi firma la regia de Il Cerchio e Il Palloncino bianco. Nel 2010 viene arrestato per aver tentato di realizzare un film sulle manifestazioni antigovernative, la pena 6 anni di reclusione e 20 anni di interdizioni dal cinema.

Ora è in libertà su cauzione, in realtà vive controllato dallo Stato. Dopo le repressioni del 2009 e 2011 scrittori, occidentali e tutti coloro che sono una minaccia per lo Stato, sono sorvegliati speciali.

Nonostante il controllo continuo delle autorità Iraniane e l'interdizione ad uscire dal paese Jafar continua a lavorare e distribuire, con grande rischio, le sue opere come ad esempio This is not a film, presentato a Cannes.

Nel 2010 lo Stato Iraniano accusa il regista di aver tramato contro la Repubblica e di aver messo in pericolo il popolo. Dopo tre mesi di sciopero della fame ottiene la libertà su cauzione. Il regista può muoversi all'interno dei confini del paese ma non espatriare. Dopo due mesi, nella sentenza di appello viene condannato al carcere.

Durante una intervista alla domanda "cosa farebbe una volta libero" ha detto: «Un film, ho tre sceneggiature già pronte, il cinema è la mia vita. Ma lo farei qui, nel mio Paese, raccontare l'Iran da fuori mi sembrerebbe una menzogna. Non sono d'accordo con chi se ne va. Nel 2001 ero in transito negli Usa diretto in Argentina, lì volevano prendermi le impronte digitali ma io mi sono rifiutato, così sono stato costretto a tornarmene indietro. Non riuscirei vivere in un Paese che ti obbliga a cose del genere. Sono legato all'Iran, alla sua gente, ho una grande curiosità per il mio Paese, per le storie che vi si annidano».

La paura è protagonista nella vita di tutti i giorni in Iran e il futuro è sicuramente un incognita. Le problematiche etniche del paese sono molto complesse e la loro risoluzione sarà davvero complessa.

(Taksojuht); regia,soggetto e sceneggiatura: Jafar Panahi; Orso d'Oro nel 2015 al Festival di Berlino; 82 min. Iran 2015; il film non ha attori e tecnici professionisti. Jafar è regista e attore principale.

Jafar Panahi: Taxi Teheran

Chi è online

 325 visitatori online