Julie Taymor: Frida

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Trento, 19 luglio 2016. - di Elettra Taverna

Il film racconta la vita di Frida Kahlo, pittrice nata in Messico nel 1907 da padre tedesco ma ebreo e di una donna messicana con sangue amerindo. La sua vita è travagliata dai problemi di salute, nasce con la spina bifida che verrà scambiata per poliomelite.

Da studentessa è vittima di un incidente stradale, mentre torna da scuola con l'autobus. Il mezzo va fuori strada e lei rimane gravemente ferita. Succede che molti interventi la obbligano a stare a letto.

Durante questo tempo si appassiona all'arte e alla politica, inizia a simpatizzare per il socialismo. Nel 1910, il Messico ha la sua Rivoluzione che si oppone a Porfirio Díaz, al potere da trent'anni, ma la violenza tra i diversi personaggi storici della storia nazionale del Messico si protraggono per decenni.

Frida dopo il lungo immobilismo riprende a camminare e a sperare in una vita normale. Conosce Diego Rivera, famoso pittore e idealista comunista. Il loro rapporto si trasforma da amicizia a rapporto intimo, in questo periodo Frida conosce personaggi importanti nell'arte e nella politica.

Nel 1929 i due si sposano e i primi tempi trascorrono felici ma poi i diversi tradimenti di Diego si ripercuotono sul loro matrimonio, i due si recano a New York dove Rockeffeller commissiona al pittore un murales,

Frida scopre inoltre di aspettare un figlio. Tornano in Messico ma i problemi rimangono e lei perde il figlio tanto desiderato. Dopo diverse vicissitudini la vita la porta a Parigi dove vive per un breve periodo felice e realizzata, Diego però le manca e quindi torna in Messico. La sua salute peggiora, la polmonite e altri problemi le rendono la vita molto difficile, ma Diego torna al suo fianco e trascorre gli ultimi anni di vita con lei che purtroppo muore di polmonite a quarantasette anni.

Le vicende personali sono protagoniste nel film, manca un indagine più approfondita sulla pittura che nel film diventa cornice rispetto ai personaggi, l'arte e universalità della vicenda avrebbero arricchito il film.

(Frida); regia: Julie Taylor; soggetto: Hayden Herrera; sceneggiatura: Clancy Sigal, Diane Lake, Gregory Nava, Anna Thomas; fotografia: Rodrigo Prieto; musiche: Elliot Goldenthal; interpreti: Salma Hayek (Frida), Alfred Molina (Diego Riveira), Valeria Golino (Lupe Marin), 2002 USA, Canada, Messico; 123 min.
Tra i diversi riconoscimenti 2 Oscar nel 2003 come miglior trucco e miglior colonna sonora e Golden Globe nel 2003 come miglior colonna sonora.

Julie Taymor: Frida