Lun05102021

Last update01:47:34

Back Cultura e Spettacolo Arte e Cultura Cinema In Verona per festeggiare la XXV edizione

In Verona per festeggiare la XXV edizione

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Due calendari per "il Settembre 2016 dell'Accademia filarmonica". Aggiunti sette concerti collaterali agli otto concerti principali

Verona, 26 agosto 2016. - di Sergio Stancanelli

Una sorpresa quest'anno alla consueta conferenza stampa nella sede dell'Accademia filarmonica di Verona per l'annuncio della prossima edizione della rassegna annuale "il Settembre dell'Accademia": il presidente dottore Luigi Tuppini ha reso noto che, in occasione del XXV anniversario dall'inizio della rassegna, la quale avrà luogo come sempre nel teatro Filarmonico di proprietà della stessa Accademia, il cartellone costituito dalla presenza di orchestre importanti provenienti da diversi paesi del mondo, sarà affiancato da un calendario collaterale di sette concerti offerti da musicisti veneti di notorietà nazionale ed eseguiti in varie sedi di prestigio della città.

"il Settembre dell'Accademia", ideato ed iniziato nel 1991 dall'allora presidente del sodalizio veronese ingegnere Giorgio Nuvoloni, e che da allora si è affermato come l'iniziativa culturale della città più importante sul piano musicale e di notorietà internazionale, si aprirà la sera del 7 settembre con il ritorno di Gianandrea Noseda e con quello della London symphony orchestra, cui seguirà il giorno 12 l'orchestra del Maggio musicale fiorentino, per la prima volta in Verona, guidata dall'ormai mitico direttore indiano Zubin Mehta, che nel 1984 era stato nominato direttore artistico della stagione sinfonica fiorentina per un triennio. I Bamberger Symphoniker debuttano nella rassegna veronese il 17 settembre diretti dal loro connazionale 76enne Christoph Eschenbach con il pianista Saleem Abboud Ashkar, seguiti il 22 dalla Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Chailly con solista un altro pianista, il russo Daniil Trifonov.

Il 25 settembre sarà la volta d'un violinista, l'israeliano Gil Shaham, solista con l'orchestra dell'Accademia nazionale di santa Cecilia affidata al suo direttore stabile, il britannico Antonio Pappano naturalizzato italiano e fatto baronetto dalla Regina d'Inghilterra. Il giorno 28 sarà il turno dell'orchestra della fondazione Arena di Verona, che farà gli onori di casa diretta dal veneziano Francesco Ommassini con il giovanissimo pianista canadese di origine polacca Jan Lisiecki. Il cartellone s'affaccerà al mese di ottobre il giorno 4 con l'unico recital della rassegna, tenuto dal pianista tedesco 56enne Alexander Lonquich, e si concluderà il 7 ritornando alla musica sinfonica con la Mahler chamber orchestra diretta da Daniel Harding.

Mentre gli abbonamenti alla Stagione sono sino a questo momento aumentati del 10% rispetto all'anno scorso, i posti ancora disponibili sono prenotabili presso la biglietteria di via Roma 3, tel. 045 8009108, fax 045 8012603, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , www.geticket.it, al costo da 70 a 15 euro dai primi posti di platea alla seconda galleria. Se i prezzi devono tenere conto dell'alto costo delle spese di viaggio e di soggiorno che si aggiungono ai compensi, l'ingresso ai concerti fuori abbonamento, dei quali ci riserviamo di rendere noti il calendario e le sedi, sarà per contro gratuito per tutti sino alla disponibilità di posti.

In Verona per festeggiare la XXV edizione

Chi è online

 328 visitatori online