Sab05252019

Last update09:56:08

Back Cultura e Spettacolo Arte e Cultura Libri e Letteratura “Diritto della navigazione aerea e spaziale” di Maria Grazia Spada (ed. Giuffrè)

“Diritto della navigazione aerea e spaziale” di Maria Grazia Spada (ed. Giuffrè)

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Libri ricevuti

Verona, 24 dicembre 2018. - segnalazione di Sergio Stancanelli

Edito dal dott. A. Giuffrè di Milano, questo volume (grande formato, pagine 324 + XVI, euro 21.69) costituisce il n°7 della sezione "Biblioteca di diritto internazionale Tomaso Perassi" della collana "Pubblicazioni del dipartimento di teoria dello Stato dell'università degli studi di Roma La sapienza" con il cui contributo viene pubblicato.

Inviatomi per recensione dall'editore anche a nome dell'autore, "Diritto della navigazione aerea e spaziale" di Mariagrazia Spada tratta due argomenti affini e tuttavia molto diversi. Il primo, come scrive l'autrice in premessa, evidenzia una impostazione di stampo privatistico dovuta al fatto che indica attività commerciali remunerative nel trasporto di persone, posta e merci. Il secondo esibisce un assetto di stampo pubblicistico la cui struttura trova fondamento nella competizione fra Usa e Urss per quelle attività di ricerca che soltanto in un tempo successivo vennero affrontate anche da altri Stati.

L'Aviazione civile costituisce un settore commerciale vastissimo e in costante evoluzione, in cui i problemi del trasporto e delle infrastrutture ad esso connesse dipendono da tecnologie sempre più sofisticate. D'altra parte, la rapida evoluzione della materia costituita dalle stazioni spaziali sollecita regole integrative di Diritto della navigazione. Il lavoro in esame, esaminando l'ambiente aeronautico e quello spaziale, rileva aspetti essenziali connessi con le funzioni della navigazione in atmosfera e con quelle della navigazione in spazi extra-atmosferici, e prende in esame le relative problematiche e la normativa in materia via via maturata. Risultano pertanto evidenti da un lato le affinità e dall'altro le differenze tra l'una e l'altra navigazione.

Di fatto, il grosso volume si articola in due grandi parti, rispettivamente dedicate all'uno e all'altro dei due diritti. La prima è suddivisa in cinque vasti capitoli: L'ambiente operativo aeronautico, La liberalizzazione nell'Unione europea, Cooperazione europea per la sicurezza della navigazione aerea, Evoluzione dei servizi per la navigazione aerea e per il controllo della circolazione, Evoluzione dei supporti per la navigazione aerea e dei sistemi per il controllo della circolazione, e impiego dei satelliti artificiali. La seconda in sette capitoli: Accesso e navigazione nello spazio, Sfruttamento minerario dei pianeti, Nuovi orizzonti del diritto dello spazio, Assetto giuridico della navigazione orbitale, Trasferimento di tecnologie maturate nel corso della navigazione nello spazio,

Responsabilità per danni a terzi sulla superficie terrestre, e conclusione con il Confronto fra i due regimi, quello aeronautico e quello spaziale. Ciascun capitolo salvo l'ultimo è seguito da una vasta bibliografia.

“Diritto della navigazione aerea e spaziale”  di Maria Grazia Spada (ed. Giuffrè)
Banner