Lun06272022

Last update03:38:22

Back Cultura e Spettacolo Arte e Cultura Libri e Letteratura Gioco e letteratura: due facce della stessa medaglia?

Gioco e letteratura: due facce della stessa medaglia?

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Trento, 26 novembre 2021. Redazione

Anche se apparentemente non si direbbe affatto, sembrerebbe che alcuni appassionati dei videogiochi e casinò siano anche amanti dei libri e delle opere letterarie, un mix che ha dato vita ad una serie di slot e giochi da console ispirate a opere classiche della letteratura.

I videogiochi si sono evoluti. Non solo in termini di grafica e risoluzione, ma anche nel modo in cui sono controllati e nel modo in cui trasmettono un'esperienza interattiva al giocatore.

Questi sono stati piccoli, graduali ma significativi cambiamenti che hanno trasformato la popolarità del mondo dei videogiochi in un'industria multimiliardaria.

Ogni anno nascono nuovi titoli che rivoluzionano la narrazione nei videogiochi, presentando universi complessi e dettagliati, popolati da personaggi iconici che finirai per amare o per odiare. Spesso le loro sceneggiature sono così ricche di sfumature che addirittura finiscono per eclissare quelle dei film o delle serie TV.

Il cambiamento dei videogiochi nel corso degli anni: il successo è dovuto alla narrativa

I videogiochi stanno riscuotendo così tanto successo soprattutto perché hanno trovato una fonte di ispirazione nella narrazione più tradizionale: la letteratura.

Il mondo letterario è sempre stato favorevole all'adattamento in film o serie televisive, e i videogiochi si sono uniti a questa tendenza.

Molte opere hanno fatto il salto verso questo nuovo tipo di narrazione, storie che hanno catturato l'attenzione degli sviluppatori di videogiochi per la loro complessità o per l'attraente mondo in cui sono ambientate.

Sia sotto forma di sequel, o introducendo nuovi personaggi in un universo esistente, i videogiochi sono diventati intimamente legati alla letteratura.

Ecco alcuni esempi di videogiochi di successo basati su opere letterarie:

L'inferno di Dante
Si tratta di un classico ispirato alla prima parte della Divina Commedia, in cui proliferano immagini più brutali di quelle descritte dall'autore fiorentino nel suo testo letterario.

In questo caso, Dante è un veterano delle crociate, che cercherà di liberare Beatrice dalle grinfie di Lucifero, il quale ha bisogno di sposarla per accedere al trono del regno dei cieli.

L'impresa sarà tutt'altro che facile, poiché il cammino verso la sua amata è pieno di entità mostruose che dovrà affrontare lungo i nove cerchi (limbo, lussuria, gola, avidità, ira, eresia, violenza, frode e tradimento) in cui è diviso l'inferno.

Per farlo, Dante avrà l'aiuto di una falce e di una croce regalatagli dalla sua amata, oltre al sostegno spirituale del poeta latino Virgilio, che gli spiegherà i dettagli di ciascuno dei cerchi.

Il videogioco "L'inferno di Dante" è stato scritto da Will Rokos, lo sceneggiatore di "Monster's Ball" e fa parte di un progetto più ampio, che comprende anche un fumetto e un film d'animazione.

The Witcher 3

Le origini del gioco "The Witcher" si trovano nei romanzi dell'autore polacco Andrzej Sapkowski, che hanno avuto un enorme successo in Polonia e in alcuni paesi scandinavi, ma non si sono mai diffusi altrove.

Tuttavia, nel 2007, i libri sono stati trasformati in un videogioco, il quale in poco tempo è diventato popolare anche nel resto del mondo.

Il successo del primo gioco ha portato a due sequel, 'The Witcher 2: Assassin of Kings' e 'The Witcher 3: Wild Hunt', quest'ultimo uno dei videogiochi di maggior successo della storia recente con più di 30 milioni di unità vendute.

Sviluppato dall'azienda CD Projekt RED, la trama del videogioco si svolge cinque anni dopo la fine dei libri.
Tuttavia, nonostante abbiano una propria trama completamente diversa dai libri, ci sono continui riferimenti e cenni alla saga di Andrzej Sapkowski.

Entrambi si svolgono nello stesso universo ma reinterpretano le relazioni tra i diversi personaggi perché sono concepiti come un sequel del materiale originale.

L'autore dei libri non è mai stato entusiasta dei videogiochi e ha criticato apertamente il loro contenuto in diverse interviste, sostenendo che gli eventi raccontati non fanno parte del suo lavoro.

Tuttavia, lo scrittore dovrebbe essere grato al videogioco, poiché grazie alla sua enorme popolarità, anche i suoi romanzi sono diventati famosi in tutto il mondo e gli hanno aperto le porte di Netflix, il quale ha deciso di dedicargli un'intera serie.

American McGee's Alice

Basato sull'opera di Lewis Carroll, in cui il suggestivo racconto per bambini viene trasformato in una crudele lotta per la sopravvivenza, in questo videogioco l'idilliaco paese delle meraviglie diventa un luogo oscuro e tetro.

Qui Alice è una giovane ragazza che ha perso la sua famiglia in un incendio di cui si sente responsabile.
Da quel momento in poi, inizia a soffrire di allucinazioni che la portano nel paese delle meraviglie, in cui dovrà affrontare le versioni più contorte dei personaggi della fiaba.

Dai libri ai giochi, non solo sulla console

Comunanze del genere si possono rintracciare anche in altri tipi di giochi, come le comunissime slot machine online.

I titoli sono disponibili in qualsiasi casinò online, dove è possibile giocare alle slot machine di Don Chisciotte, Moby Dick o di Alice nel paese delle meraviglie, ed ottenere giri gratis, gli speciali bonus da casinò offerti agli utenti dal sito di gioco, che è possibile trovare in pagine sicure ed autorizzate dedicate alle slot machine, le quali aiutano a capire meglio cosa sono i free spin e come utilizzarli nel migliore del modi.

Ovviamente ogni slot ha un funzionamento diverso per elargire i giri (o free spin) gratis, ma generalmente il principio è lo stesso.

Conclusione

La letteratura e i videogiochi hanno iniziato ad intrecciarsi a partire dagli anni '80, il decennio in cui le relazioni tra i due sono diventate più strette.

Da allora, i videogiochi hanno incorporato nel loro mondo non solo contenuti, personaggi e storie della sfera letteraria, ma hanno anche ampliato le capacità comunicative del linguaggio dei videogiochi.

Un chiaro esempio di questo è la presenza di testo abbondante in tutti i tipi di videogame, indipendentemente dal genere o dalla piattaforma per cui sono stati sviluppati.
Infine, è ormai chiaro che insieme ad altri fattori come l'immagine e il suono, la parola scritta gioca un ruolo essenziale nel trasmettere il contenuto chiave del giocatore (proprio come succede anche nei libri) comprese le istruzioni, i motivi di fondo e le informazioni relative alle trame principali e secondarie.

Gioco e letteratura: due facce della stessa medaglia?

Chi è online

 153 visitatori online