Gio12022021

Last update03:52:31

Io ero con Fini

  • PDF
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 

Io ero con FiniTrento, 6 luglio 2013. – di Claudio Taverna

Luigi Mezzi, corrispondente del "Secolo d'Italia", fu per alcuni anni, tra la fine dell'altro secolo e l'inizio del terzo millennio, caporedattore della Gazzetta del Trentino, organo del gruppo provinciale e regionale di Alleanza nazionale, di cui ero presidente,  diretto dal compianto Vincenzo Barca, anche lui come Mezzi calabrese (entrambi originari di Cirò Marina). La Gazzetta del Trentino segnò alcuni importanti passaggi nella transizione tra il Msi e il nuovo soggetto politico e raccontò da testimone alcuni di quegli eventi e Mezzi fu anche mio "portavoce".

L'amico Luigi ha dato recentemente alle stampe, con Falco Editore, "Io ero con Fini". Un bel libro, arricchito da preziose fotografie...... Lo si legge, tutto d'un fiato.

In chiave largamente biografica, Mezzi racconta uno spaccato importante delle vicende politiche della Destra: dal MSI (Movimento senza importanza) a partito di governo che nel volgere di pochi anni, con la crisi della prima repubblica, ha vissuto, da protagonista, la prepotente irruzione nella seconda repubblica e  nella cronaca d'Italia.

E' quindi un libro di testimonianza che si occupa prevalentemente delle vicende calabresi ma che l'autore,  intrecciandole con altre, come quelle trentine, molto distanti, non solo in termini chilometrici, tra di loro, riconduce ad unità,  territoriale e nazionale.

Nel leggere Mezzi, almeno così è capitato a me, immediatamente il tuffo in un passato di lotta, il rimpianto per il presente  dove la Destra non c'è, e il futuro dove la consapevolezza degli errori dovrebbe spingere alla rifondazione.

Per tutto questo, un grazie sentito a Luigi per aver vestito d'inchiostro i ricordi, facendoli rivivere!

Io ero con Fini

Chi è online

 351 visitatori online