Mer04212021

Last update06:07:03

Incontro con Noris De Stefani

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Verona, 22 marzo 2016. - di Sergio Stancanelli

La cantante pesarese fa il bilancio della propria attività artistica

Una vita in musica

In occasione della presentazione del suo ultimo cd "Emozioni d'amore, del quale parleremo a parte, abbiamo avuto una conversazione con Noris De Stefani, interprete multiforme di canzoni classiche nell'ambito non solo del canto melodico ma anche del jazz, folk e country in repertorio internazionale.

- Signora De Stefani, lei è italiana e risiede in Pesaro, ma canta anche in molte altre lingue: di dove è originaria?

- Sono proprio pesarese di nascita, sono nata sotto il segno del Sagittario, ma se ho voluto farmi conoscere all'estero ho dovuto studiarne le lingue: è così che ho potuto fare delle tournée in Spagna, Portogallo, Svizzera, Cecoslovacchia, Lussemburgo, ed anche in Libia.

- Ma io ho letto nella sua biografia di trionfi in America, Asia, e persino Oceania.

- Sì, ho portato le nostre canzoni anche negli Stati uniti, in Sud Africa, Giappone, e Australia.

- La prima volta che udii parlare di lei fu dal mio amico, ex compagno di scuola, Claudio Ferrara, funzionario in Genova della flotta Lauro, e dalla signora Flora Parascandolo, imbarcata sulla motonave "Achille Lauro", dove lei aveva cantato partecipando come ospite musicale ad una crociera.

- Sì, fu durante la famosa crociera dei miliardari, tenni quattordici show ed ebbi, posso dire, un grande successo, perché mi esibii in cinque lingue diverse. Dopo d'allora, la Rai mi dedicò diversi special's: "Incontro con Noris De Stefani", "Quindici minuti con Noris De Stefani", e "Appuntamento italiano". Più volte sono poi stata ospite d'onore in trasmissioni televisive straniere.

- Per quanto riguarda le apparizioni televisive italiane, io la ricordo anche in altri programmi, come "Domenica in" e "Uno mattina".

- Sì, ho partecipato anche a "Adesso musica", "Vai col liscio", "Bim bum bam", "Pronto, chi gioca?", aspetti, mi faccia ricordare, "La vita in diretta", "L'Italia sul due", "Festa italiana", "L'Italia allo specchio"... e forse altre.

- Non so se confondo, ma io registrai canzoni cantate da lei anche alla radio.

- Non solo come cantante ma anche come attrice ho preso parte a spettacoli brillanti quali "Questa sera allo Chez nous", "Stasera Milano con", "Due a prova di stelle", "Radio condominio", "Le piace la radio?", "Via Asiago tenda", "L'estate un'avventura", "Musica con ghiaccio e selz", e soprattutto "Ritratto di donna in musica".

- Mi pare di averla vista anche in uno spettacolo di Costanzo, lo ricordo perché allora io collaboravo al quotidiano "L'occhio" da lui diretto.

- Oh, è lunga la serie delle mie partecipazioni al "Maurizio Costanzo show", dove ho raccontato la mia esperienza personale e professionale. Lì ho presentato "Una cantante giramondo racconta", una intervista-confessione raccolta da Beppe Bonazzoli e pubblicata in volume da Greco & Greco editori nel settembre 1999.

- Ha anche giocato in casa quando partecipò al festival di Pesaro.

- Sono stata presente, oltre che nella mia città, ai festival di Lugano, Zurigo, Varsavia e Malta. Per esserle più precisa, devo consultare i miei appunti. Ecco: Festival della canzone napoletana, Disco per l'estate 1982: arriva l'Oscar del successo, Pavone d'oro nell'83, Premio Riccione, Premio speciale Eur di Roma, Premio Angelini '91, Milano canta '95, Premio città Acquiterme '96, Premio Milano canta 2001, Premio Giovanni Danzi 2002, Premio Picus del ver sacrum marchigiani – non ho annotato l'anno– , Roma Campidoglio 2006 - precisamente il 17 giugno - .

- Questo "Emozioni d'amore" non è il suo primo cd.

- No, c'è stato "L'amore vola e va...". E, prima, diversi long playing: "Canti marchigiani", "Dal Foglia al Tronto", "Se a volte", e "Lisciomania". Anche più numerosi i dischi che ho inciso all'estero.

- Signora De Stefani, a nome del mio giornale "Trentinolibero" la ringrazio, e prima di congedarmi voglio chiederle se c'è qualcosa che voglia aggiungere.

- Posso aggiungere che ho lavorato anche nel teatro di prosa, con "Ritratto di donna in musica" del Bonazzoli, e ho interpretato vari personaggi femminili nella storia della musica leggera italiana del '900 e dei giorni nostri.

- Grazie ancora, e molti auguri di futuri ulteriori successi!

Incontro con Noris De Stefani

Chi è online

 269 visitatori online