Lun02242020

Last update08:56:10

Dinosauri in mostra a Padova

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

testata dinosauriDal prossimo 8 ottobre al 26 febbraio 2017

Verona, 2 ottobre 2016. – di Sergio Stancanelli

Il centro culturale Altinate san Gaetano di Padova ospiterà durante le prossime stagioni d'autunno ed inverno una delle più importanti mostre scientifiche sull'evoluzione dei dinosauri che siano state realizzate in Italia, esponendo reperti unici tutti provenienti dall'Argentina, uno dei territori nel mondo paleontologicamente più ricchi.

Centocinquanta milioni di anni di storia naturale, l'intero percorso evolutivo dei dinosauri dalle origini all'estinzione, verranno documentati attraverso reperti originali appartenenti alle collezioni scientifiche di prestigiose istituzioni museali argentine presentati per la prima volta nel nostro Paese, insieme con riproduzioni ottenute mediante tecniche sofisticatissime sulla base dei resti fossili appositamente assiemati dai paleontologi.

Il percorso è cronologico e prende avvio dal Triassico, primo periodo del Mesozoico, da circa cioè 230-225 milioni di anni fa a 195 milioni di anni fa, per addentrarsi nel Giurassico, il secondo periodo, che va sino a 140 milioni di anni addietro, durante il quale sia sulle terre che negli oceani e nell'aria si verificarono le invasioni dei rettili, mentre nei mari si diffondevano anche le ammoniti.

Nei dinosauri si moltiplicò la varietà delle forme, si svilupparono i grandi predatori, e comparvero quelli coperti di piume, che ipotizziamo fossero in grado di volare. A questo periodo, e al successivo Cretaceo che va sino a 65 milioni di anni fa, appartengono gli esemplari più impressionanti presenti nella mostra: l'animale più grande che si conosca, erbivoro, lungo trentotto metri, ed il più grande carnivoro, lungo tredici metri e pesante dieci tonnellate.

Di questo periodo sono state rinvenute anche molte uova, nonché un embrione del dinosauro erbivoro gigante, che in mostra sarà affiancato dalla rappresentazione della sua evoluzione all'interno dell'uovo.

La mostra verrà inaugurata il prossimo 8 ottobre e rimarrà aperta sino al 26 febbraio 2017. Per informazioni e prenotazioni, 049 2010010.

esemplari appartenenti ai tre periodi dell'era Mesozoica

Attraverso un percorso cronologico, la mostra ripercorre l'intera storia dell'evoluzione dei dinosauri partendo dal Triassico, che nonostante la scarsa diversità delle specie terrestri e marine della flora e della fauna, ha lasciato importanti testimonianze nelle rocce del parco naturale di Ischigualasto, da dove provengono i cinque dinosauri più antichi noti finora, tra cui l'Eoraptor lunensis esposto in mostra.

La sezione seguente è dedicata al periodo che i più collegano al mondo dei dinosauri grazie alla diffusione di letteratura e film fantascientifici: il Giurassico, durante il quale si assiste a un aumento nella varietà di forme, con lo sviluppo di grandi predatori e dei primi dinosauri coperti di piume, forse in grado di volare.

La mostra si conclude con il Cretaceo che, accanto alla nascita e alla diffusione delle piante da fiore, ha visto il massimo livello di biodiversità nel mondo dei dinosauri.

A questo periodo risalgono i giganti, di cui sono esposte le ricostruzioni in dimensioni reali: l'erbivoro più grande del mondo, l'Argentinosaurus huinculensis che poteva raggiungere i 38 metri di lunghezza, e il più grande carnivoro terrestre finora conosciuto, il Giganotosaurus carolinii, 13 metri di lunghezza per 10 tonnellate, che superava in dimensioni il più famoso Tyrannosaurus rex. A questo periodo risalgono anche le molte uova provenienti dallo straordinario sito di Auca Mahuevo nella provincia di Neuquén, dove è stato rinvenuto anche il primo embrione originale di dinosauro erbivoro gigante, affiancato in mostra dalla rappresentazione virtuale della sua evoluzione nell'uovo.

Adeopapposaurus

Austroraptor

Dinosauri in mostra a Padova

Chi è online

 289 visitatori e 1 utente online