Dom02232020

Last update04:18:10

Back Cultura e Spettacolo Arte e Cultura Teatro e Mostre Cronache da Verona, Mantova e Vicenza

Cronache da Verona, Mantova e Vicenza

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

arte paleocristiana-catacombeVerona, 20 maggio 2015. - di Sergio Stancanelli

Mostre visitate. A Vicenza, nelle gallerie di palazzo Leoni Montanari, Intesa Sanpaolo ci ha invitati in anteprima alla visita riservata agli studiosi e alla stampa della mostra "La rivoluzione dell'immagine" , o sia "Arte paleocristiana fra Roma e Bisanzio": 83 opere d'arte che segnano il passaggio dal mondo antico alla modernità con l'editto di Costantino che riconoscendo legittimità al Cristianesimo lo libera dall'esilio delle catacombe.

L'arte paleocristiana si pone al servizio della comunicazione affinché il messaggio di Cristo si diffonda universalmente senza ostacoli. Il percorso espositivo è articolato in sei sezioni, che vanno dalla fine del mondo antico alle soglie dell'età bizantina. Il catalogo Silvana di Cinisello Bàlsamo, nel solito grande formato, è di 296 pagine. Ricordiamo che nell'ultimo piano del palazzo è permanentemente locata un'inestimabile raccolta di icone russe.

A Mantova, nella casa del Mantegna, sotto la denominazione "Spazio BLUe" è stata presentata la messa in scena di documenti storici sul fiume Po, paesaggi, abitazioni, bonifiche, trasporti, con pubblicazione del consistente (ma senza numerazione delle pagine) volume "Point of view" (cosa c'entri la lingua inglese non sappiamo e non comprendiamo) edito dall'Amministrazione provinciale, contenente 37 fotografie storiche, ovviamente in nero, per un percorso alla conoscenza geografica, etnografica, evolutiva, culturale e poetica del fiume.

A Verona, nel palazzo della Gran guardia, promossa dall'Assessorato alla cultura del Comune e curata dal direttore della Galleria d'arte moderna Giorgio Cortenova, è stata allestita una grande antologica del pittore Simone Butturini (figlio dello storico dell'arte Francesco, preside del liceo Maffei e buon amico dello scrivente) nel suo quarantesimo d'età e ventesimo d'esposizioni. 52 le opere raccolte, fra cui 35 dipinti su tela. Il catalogo Silvana in formato gigante conta 112 pagine.

Sempre a Verona e per cura del Comune, nel centro internazionale Scavi scaligeri, mostra di fotografia "Oltre l'argento", o sia "I Tommasoli fotografi dal 1906". Lo studio fotografico Tommasoli conserva le immagini scattate da cinque operatori di tre generazioni: Silvio (1878-1943), Filippo (1910-1985) e Fausto (1912-1971), Sirio (1947) e Alessandra (1961). L'esposizione, suddivisa in tre sezioni, ha allineato nei vasti sottosuoli circa 200 opere, le più antiche in nero o virate. Il catalogo, edito dal Comune, consta di 248 pagine in formato gigante.

Ancora in Verona, dopo lunghi e accurati lavori di restauro voluti da Paola Marini, direttrice del museo di Castelvecchio, sono stati riaperti al percorso pedonale ed ammessi al transito dei visitatori i camminamenti di ronda medievali sulle mura del castello, già di san Martino in Acquaro, costruito a metà del secolo XIV. I camminamenti vanno dal mastio alla torre dell'orologio, dove si trova la statua equestre di Mastino II della Scala, e da dove si accede al giardino pensile fra le torri. Mozzate dai francesi nel 1797 dopo la rivolta delle Pasque veronesi, le torri nel secolo scorso furono fatte ricostruire com'erano da Benito Mussolini a metà degli anni Venti.

Al disopra dei camminamenti, allo scopo dell'illuminazione notturna, sono state disseminate 18 lastre blu trasparenti in resina ideate e realizzate dal tedesco Herbert Hamak. La contaminazione fra l'antico e il contemporaneo ricorda al cronista un'antica chiesetta con affreschi del 1200 nella campagna veronese, restaurata qualche anno addietro con installazione all'interno di luci al neon. L'imposizione delle luci blu a cavallo dei merli di Castelvecchio, denominata e catalogata dall'autore "Ultramarinblau Dunkel PB 29.77007", è documentata in un catalogo Marsilio di Venezia di 48 pagine in grande formato.

Cronache da Verona, Mantova e Vicenza

Chi è online

 356 visitatori online