Dom04052020

Last update04:25:24

Back Cultura e Spettacolo Arte e Cultura Teatro e Mostre “Ceramiche antiche” e “Due retrospettive” in due mostre a Verona

“Ceramiche antiche” e “Due retrospettive” in due mostre a Verona

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Michael KennaVerona, 20 maggio 2015. - di Sergio Stancanelli

L'ultima intervista a Rita Levi Montalcini. Nel Museo archeologico, dopo la mostra "Vetri romani" protrattasi per un anno e che vide esposti qualche centinaio di vasi e bottiglie colorati d'epoca romana, s'è tenuta l'esposizione "Ceramiche antiche", anch'essa per la durata di un anno, proponente piatti, vasi e crateri provenienti dalla Grecia e dalla Magna Graecia, risalenti ai secoli V e al IV a. C.

Niente bambini negri affamati, né prigionieri scheletriti o case ridotte in macerie, né barboni dei bassifondi, manifestanti col pugno chiuso e il volto bendato, e neanche scorci tettonici e d'altre parti anatomiche più o meno apprezzabili, nelle fotografie, tutte in nero e in formato quadrato, che in numero di centotrenta l'inglese Michael Kenna, naturalizzato Usa, ha allineato in Verona lungo le pareti degli Scavi scaligeri, in una mostra che ancorché allestita in Italia recava il titolo inglese "Retrocpective two", scattate negli undici anni dal 1994 al 2004, ritraenti aspetti panoramici della natura, fenomeni meteorologici, contrasti di luce nei cieli delle campagne e sulle acque, gocce di pioggia sui vetri, manufatti architettonici e scultorei dell'uomo, e insomma quanto di bello e di suggestivo il mondo offre allo sguardo di un osservatore attento e poetico, muto ed asettico, con esclusione d'ogni segno di vita, né pur d'un cane o d'un insetto, fatta salva la vegetazione arborea.

Il Catalogo, di dimensioni ciclopiche ma senza numerazione delle pagine, ancorché pubblicato dal Comune veronese, è stampato in Cina con testi quasi del tutto in lingua britannica. Le documentazioni biografiche informano che l'artista è autore di più che venti libri: i quali diventano più che trenta nella presentazione in cartella stampa a firma dell'Assessore alla cultura.

Non una mostra bensì un incontro di grande valore umano oltre che culturale mi sia consentito ricordare in omaggio al premio Nobel dottoressa Rita Levi Montalcini presentata nella sede dell'Accademia d'agricoltura, scienze e lettere in palazzo Erbisti dal professore Vittorio Castagna, presidente del sodalizio, quando in età di 97 anni, con la preziosa collaborazione della sua biografa Pina Tripodi, rispose alle domande della giornalista Vera Meneguzzo sul tema "Nuovi obiettivi della ricerca scientifica". Sala stipata di pubblico attento e commosso.

“Ceramiche antiche” e “Due retrospettive” in due mostre a Verona

Chi è online

 137 visitatori e 1 utente online