Ven11272020

Last update04:50:20

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori

Lettere dei Lettori

I 'teloni' di piazza Deffeyes

  • PDF
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 

Aosta, 10 dicembre 2012. - di Giancarlo Borluzzi

Caro Direttore, sottolineo una plateale offesa all'intelligenza dei residenti in Valle, ritenuti plasmabili dalla propaganda. Ci sono dei lavori edilizi a Palazzo regionale e in via Festaz sono poste delle alte barriere, supporto per decine e decine di metri di costosi teloni su cui sono stampati "manifesti" assolutamente di parte. Pare di trovarsi in un paese del terzo mondo ove il dittatorello locale spera di catturare consenso pubblicizzando messaggi che dovrebbero indirizzare il pensiero dei cittadini.

Evvviva 'Trentino Libero'

  • PDF
Valutazione attuale: / 15
ScarsoOttimo 

Trento, 23 novembre 2012. - di Dino Mosca

Ho preso conoscenza di questo giornale da poco tempo, grazie a facebook, e sin dal primo momento, ho avuto la netta sensazione che, molto presto, sarebbe diventato il giornale che, finalmente, mi avrebbe riconciliato col mondo dell'informazione.Il mio primo naturale, interiore e spontaneo sentore è stato che chi vi scrive, sono persone professionali e coscienziose. Gente, vivaddio, finalmente pulita, inodore, asettica, incontaminata, scevra da qualsiasi condizionamento esterno o politico.

Trento fa rima con...spento!

  • PDF
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 

Stamattina cambio il mio buongiorno, scrivendo due parole che non vogliono avere il sapore del polemico ...

Nei giornali di questa mattina si da spazio a come Trento debba rimanere una città tranquilla, lontana dalla delinquenza e su questo siamo tutti d'accordo credo!

Non sono d'accordo sul termine Tranquilla ...questa Trento è fin troppo tranquilla , è una città che sembra quasi morta in alcuni momenti della giornata o della notte, è una città dove in alcune ore si trova solo quella parte " sociale " che sopravvive non vive ....ed ha scelto Trento proprio perche qui si può! Una città che non ha investito nella società giovanile, questi scappano per divertirsi ed hanno pure difficoltà nel muoversi con i trasporti pubblici, visto la sicurezza che  non c'è. 

Una città che in alcune fasce di età si chiude e se rimane aperta è solo grazie al volontariato, è una città dove gli imprenditori dei locali sono penalizzati da costi di affitti e regole varie, che impediscono loro di fare qualcosa di divertente e accogliente per socializzare e passare dei momenti con altre persone .....è una città che ha investito soldi in piazze e pavimentazioni varie per farne una bella cartolina , ma non ha pensato a sistemare vecchi edifici, che vengono murati perche non ci entri nessuno e sono pieni di topi alle porte del centro storico, ma sopra ci hanno messo le luminarie ...

E' una città che chiude i suoi negozi e le sue potenziali aziende, e facendo cosi riduce posti di lavoro per i suoi abitanti ......però si creano mega università con ragazzi che arrivano da altre città per studiare e non trovano nulla per divertirsi!

Dovrebbe pure essere turistica ma neanche lì ci siamo riusciti .

Insomma per farla breve Trento è una bella città, ma se non si rincomincia a viverla come le vere città, diventerà un quartiere di periferia tra altre città, e come tutti i quartieri di periferia avrà gli stessi problemi di emarginazione di difficoltà sociale ...di delinquenza ovunque , avrà abitanti che escono per andare a scuola, al lavoro o in chiesa ....ma che non vivranno mai la loro città perchè cercheranno fuori dalle loro mura una vita sociale.

Mi dispiace davvero, forse piacerebbe di più una città con più rumore e gioia ...che una città tranquilla...ma morta! 

Lilly

Cani e deiezioni, umani incivili

  • PDF
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 

Egregio Direttore, mi chiamo Diego Bonvecchio e volevo segnalare la situazione insostenibile in cui sono ridotti i marciapiedi di Povo. Io abito in via alla cascata e regolarmente con i miei figli mia moglie e il cane mi reco a piedi in paese e mi rendo conto che i cigli delle strade e i marciapiedi sono colmi di deiezioni di cani.

La fede in Dio

  • PDF
Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 

Modena, 1 ottobre 2012. – di Ivan Maria Gozzi

Caro Direttore, vorrei rispondere a qualcuno dei tanti lettori che, guardando oltre la fitta nebbia idealista che ci oscura, tentano un dialogo scrivendo al suo giornale in assoluta libertà. Logico che ci siano pareri diversi e spesso espressioni ridanciane. Sono d'accordo con il signor Porcelli di Trento che di certa Arte contemporanea scrive: "Non si tratta di Arte ma di merda".

Chi è online

 289 visitatori online