Gio04222021

Last update10:32:09

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori

Lettere dei Lettori

Toponomastica, assurdità valdostane

  • PDF

Aosta, 28 febbraio 2012. - Caro Direttore, a Saint Nicolas in una giornata di sole mi sono sentito tutt'uno con la vera specificità della regione: un panoramico anfiteatro di vette. Ho però dovuto sorbirmi l'ennesimo show di chi favoleggia su lingue e dialetti ma contemporaneamente dimostra di essere sprovveduto sulle montagne della Valle. Saint Nicolas è sede di un centro studi del francoprovenzale, dialetto sul quale, dopo l'irreversibile scomparsa del francese, i cultori del trapassato valdostano hanno dirottato le loro finzioni, tali perché il patois non accomuna i residenti essendo conosciuto solo da una minoranza che, oltretutto, raramente lo utilizza.

Aeroporto Catullo, funzionano i gruppi elettrogeni?

  • PDF

Verona, 18 febbraio 2012.  - Caro Direttore, il fatto è piccolo ma significativo. Volo AZ 1491, Fiumicino-Roma, in arrivo-in ritardo- a VR , giovedi' 16/02, alle ore 19 circa. Atterraggio perfetto ma "sequestro dei passeggeri" nell'aereo per circa 15 minuti, per un motivo banale. Mancato arrivo (prima) e mancato funzionamento (poi) di 2 gruppi elettrogeni, che avrebbero dovuto garantire (a detta del comandante), l'apertura dei portelloni.

Il degrado della politica in Val d'Aosta

  • PDF

 Aosta, 14 febbraio 2012. - Caro Direttore, Il degrado della politica è causato anche da chi finge di agire per i valori di un partito, ma in realtà punta solo a ottenere stipendi "politici" di entità non raggiungibile con la propria dinamica di vita. Ogni partito ha uno Statuto accattivante, ma chi ne tiene conto? Emblematico il caso del Popolo della Libertà, nel cui Statuto si parla a dismisura di libertà e primato della persona sulla politica.

Vittime solo perché italiani. Dall'oblio alla memoria!

  • PDF

 Trento, 13 febbraio 2012. - Caro Direttore, gli anarchici lo scorso 11 febbraio, in occasione di una loro manifestazione a Rovereto, hanno apposto in Largo "Vittime delle Foibe", un cartello recante la scritta "largo vittime del colonialismo italiano e delle guerre". Stigmatizzo come, ancora una volta, l'azione di pochi (per fortuna), offenda la memoria di chi non ha avuto alcuna colpa, se non quella di essere Italiano di serie B, troppo spesso dimenticato dall'Italia......

Chi di manifesto ferisce, di manifesto perisce!

  • PDF

Trento, 12 febbraio 2012. - Caro Direttore, nel lontano febbraio 2009 il Centro Sociale Bruno coprì (foto 3), con la scusante della "reazione all'ennesima provocazione razzista e all'ennesimo messaggio di propaganda dell'odio e della paura" i manifesti leghisti che raffiguravano una piazza Duomo piena di mussulmani che pregavano (foto 02).

Quasi tutti i manifesti della Lega Nord che inneggiavano a una "Trento cristiana, mai musulmana!" furono oscurati con le scritte "Nessuno spazio al razzismo!" e "Il Trentino è di tutti!".

Chi è online

 306 visitatori online