Mar01262021

Last update05:28:22

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Partorire a Verona

Partorire a Verona

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Nascite in ospedalePinzolo, 31 ottobre 2017. - di Sergio Manuel Binelli

Gentile direttore, sono sconvolto dalla notizia che una cittadina di Porte di Rendena è stata costretta a partorire a Verona dopo essere stata trasferita da Trento; questo perché il reparto di neonatologia dell'Ospedale Santa Chiara era saturo.

Ci sarebbero tanti motivi pe protestare, però quello che dà più fastidio è che le cose sarebbero andate diversamente se avessimo ancora un punto nascite a Tione.

E magari si sarebbero potuti evitare altri problemi che si sono verificati poco tempo fa nelle Valli Giudicarie: lo scorso febbraio una ragazza di Borgo Chiese ha partorito per strada dentro ad un'ambulanza, a gennaio un'altra ragazza di Storo ha partorito in una caserma dei pompieri, l'anno scorso si sono verificati casi simili a Darè, Comano Terme, Baitoni, ... e tutto questo in nome della sicurezza?

Non prendiamoci in giro, le cittadine delle nostre Valli non possono essere trattate così, soprattutto in un momento storico come questo in cui si parla di dignità della donna; perciò, a seguito di quest'episodio, sarebbero dovute non solo le dimissioni dell'Ass. Luca Zeni ma anche di chi, come il Presidente della Comunità di Valle Giorgio Butterini, ha barattato il punto nascite di Tione per un protocollo che trasformerà l'Ospedale di Tione in una struttura svalorizzata ed abbandonata a sé e che non andrà a colpire gli sprechi. E stendiamo un velo pietoso su quanto si sia giocherellato anche da noi con le guardie mediche.

* Coordinatore Organizzativo di AGIRE per il Trentino

Partorire a Verona

Chi è online

 169 visitatori online