Dom01242021

Last update06:16:41

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Panzane etnolinguiste più importanti delle Chiese

Panzane etnolinguiste più importanti delle Chiese

  • PDF
Valutazione attuale: / 14
ScarsoOttimo 

Chiesa DouesAosta, 19 marzo 2018. – di Giancarlo Borluzzi

Stimato Direttore, ho appena visitato la chiesa principale di Doues, la cui versione attuale risale al 1790. Necessita di interventi urgenti affinchè il degrado ora presente non debba richiedere restauri ancora più importanti di quelli che già al momento si impongono. Interventi sia alle facciate e al campanile ove, quanto meno, molti intonaci vanno ripristinati, sia restauri interni a partire dal piano di spiccato delle pareti ove l'umidità incide su intonaci e affreschi che ricoprono ogni parte dell'interno, dalle pareti alla volta.

Siamo sulla soglia dell'emergenza, attendere significherebbe la caduta di intonaci che già evidenziano crepe dappertutto, sulle pareti come sulle coperture delle navate interne, con la compromissione di affreschi murari, belli sia singolarmente, sia visti nel loro insieme in quanto diffusi in ogni parte dell'interno.
Porre mano a questa che è una delle vere specificità valdostane richiede denaro. Ma, eliminando gli sprechi causati dalle degenerazioni della politichetta dei localisti, le risorse si troverebbero in abbondanza. Esistono sprechi di vario genere i cui importi, sommati, permetterebbero di ridare lustro al retaggio architettonico della regione.

In Valle d'Aosta i localisti, calimeri impenitenti, inventano attentati a un'autonomia oggettivamente ineliminabile in quanto l'amministrazione dell'ambiente montano richiede un'esperienza specifica posseduta da chi vive quotidianamente la montagna.

Il dramma consiste nella visione artatamente quanto giullarescamente distorta dell'autonomia: questa viene rivendicata non quale premessa per una saggia amministrazione, ma come segno differenziante i variegatissimi residenti in Valle dagli altri italiani e, in tale ottica insensata, si sprecano denari per iniziative reclamizzanti dialetti appannaggio di una men che esigua minoranza e di una lingua francese defunta..

E' scontato che una migliore gestione della Valle sarebbe assicurata da altoatesini o bavaresi o savoiardi, ingaggiati e pagati per demandare loro il compito di amministrare la regione: casserebbero le spese propagandistiche su un'identità etnolinguistica regionale di patologica fantasia e si focalizzerebbero, anche ma non solo, sulla salvaguardia dei veri patrimoni artistico-culturali della Valle d'Aosta, intervenendo in primis sulla bella chiesa di Doues il cui stato non tange a localisti tutti presi dalle frottole etnolinguistiche.

Panzane etnolinguiste più importanti delle Chiese

Chi è online

 196 visitatori e 1 utente online