Sab01232021

Last update04:55:08

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Trento, PRG: punto di riflessione generale

Trento, PRG: punto di riflessione generale

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Trento, 29 aprile 2018. - di Mauro Corazza

Egregio Direttore, vorremmo porre l'attenzione su due punti importanti che si stanno sviluppando in questo periodo che riguardano le linee guida del PRG e i risultati del Masterplan del Monte Bondone.

Purtroppo dopo anni di stallo, ora si sono accumunate tantissime opere potenzialmente da realizzare e l'idea nostra è che si rischi veramente di fare tanta confusione. Si torna a parlare di interramento della ferrovia, c'è un progetto Nordus, il Ring, il collegamento con Povo e molte altre opere urbanistiche e di mobilità che ci fanno temere sia impossibile mettere tutto in pratica.

Il precedente PRG risale al 1989, con alcune successive varianti, e considerando la velocità con cui ci si muove adesso e l'evoluzione rapidissima delle città c'è veramente da chiedersi se possa essere ancora uno strumento affidabile se realizzato ogni 30 anni. Per molti anni, con le ultime legislature, abbiamo assistito a continui dibattiti ma pochissimi fatti concreti sulle tematiche suddette e ora ci si chiede veramente come si possa nuovamente parlare di questi interventi e soprattutto come potrebbero essere finanziati tutti assieme.

Oltretutto molti di questi interventi erano già presenti nel precedente PRG e successive varianti e siamo ancora fermi allo zero assoluto. Direttamente collegato a questo, chiediamo venga inserito anche il progetto dell'impianto funiviario Monte Bondone come richiesto anche dal Consigliere Delegato Maestranzi.

Riteniamo questo sia il momento di mettere fine a tutto quello che è stato il passato del Monte Bondone e dei pregiudizi che spesso lo accompagnano. Guardiamo a una montagna che può rappresentare un plus per la città, una città che ricordiamo essere definita "alpina" dal 2004 e che non ha mai sviluppato questa potenzialità.

La funivia può essere un volano per l'economia ma soprattutto un'opera che possa dare nuovamente linfa ed entusiasmo ai cittadini che da troppo tempo non vedono più realizzarsi un'intervento sulla città degno di nota. Direttamente collegato a questo, attendiamo lo sviluppo del Masterplan che speriamo ci possa dare delle linee guida valide per lo sviluppo del Monte Bondone senza però andare a intaccare le enormi qualità che porta in dote naturalmente. In merito a questo ci sentiamo di spezzare una lancia a favore del progetto della Cittadella del Gusto che permetterebbe di riavvalorare le ex caserme austriache.

* Agire per il Trentino

Trento, PRG: punto di riflessione generale

Chi è online

 153 visitatori online