Mar01192021

Last update05:07:34

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori I bambini arcobaleno

I bambini arcobaleno

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Rovereto, 8 giugno 2018. - di Guerrino Soini

Caro Direttore, leggo stamattina, sulla stampa locale e con rammarico, della registrazione all'anagrafe di Rovereto di un bambino che risulta avere due madri. Ora, posto che un bambino non può avere 2 madri, e ciò per un mero fatto biologico, resta da capire in virtù di quale disposto legislativo questo sia stato possibile.

La legge sulle unioni civili escludeva nettamente la step-child adoption e questo atto è passibile di invalidazione, tuttavia i giudici italiani hanno spesso trovato il modo di aggirare quella che a loro sembra una limitazione della libertà dell'individuo.

Per come la penso io e, per quel poco che ne so, un bambino nasce dall'incontro di uno spermatozoo maschile con un ovulo femminile. La scienza per quanto ci stia provando non è ancora riuscita a fare di meglio e non ne vedrei davvero la ragione.

Se le cose stanno così non capisco perché l'uomo, nella suo delirio di onnipotenza, voglia a tutti i costi assoggettare la natura al suo volere. Esiste un diritto naturale, che è abominevole calpestare, ed è quello del bambino ad avere una mamma ed un papà e questo non ci sarà legge al mondo in grado di cancellarlo. Certo il legislatore può promuovere tutte le porcherie che vuole (e questa è una porcheria), in particolari situazioni ideologiche può persino far approvare dagli organi preposti leggi che consentono ad un minore di vivere e di essere educato in una famiglia omosessuale assumendo la figura giuridica di figlio della coppia. In Italia non era possibile ma la forte spinta delle organizzazioni LGBT, e altre, stanno tentando di aggirare il "problema".

Tutti asseriscono di agire nel superiore interesse del bambino ma gli stessi omettono di dire che il loro primo interesse è il fatto di soddisfare un proprio desiderio che nulla ha a che fare con il bene del minore ma soddisfa solamente il loro "bisogno" di maternità/paternità.

Dobbiamo allora chiederci davvero se, eticamente, è prevalente il diritto del bambino ad avere un papà ed una mamma oppure il desiderio di due omosessuali ad avere un figlio. Badate bene io non sto giudicando nessuno, ognuno nella sua sfera privata e sotto le lenzuola può regolarsi come meglio crede e secondo i suoi desideri sessuali; quando, però, si mette di mezzo un bambino le cose cambiano e la società dovrebbe avere un sussulto di orgoglio e ribellarsi a questa che assomiglia tanto una prevaricazione contro chi non si può davvero difendere.

E' vergognoso e per certi versi intollerabile, che tutto ciò accada nel silenzio più assoluto, è indice della nostra indifferenza e del nostro lasciarci scivolare le cose accanto senza nemmeno farci sfiorare; ma se non ci facciamo sentire non possiamo poi lamentarci se le cose vanno come vanno perché saremo stati noi a renderle possibili. Intelligentemente i promotori di queste situazioni sfruttano la strategia di Owerton e, a passi piccolissimi, ci conducono dove vogliono, senza nemmeno che ce ne accorgiamo. Con altrettanta intelligenza la nostra società dovrebbe almeno avere sentore di questo tentativo e regolarsi di conseguenza impedendo che un bimbo, per il solo fatto di dover soddisfare le "voglie" di due omosessuali debba perdere il suo diritto ad avere due genitori di genere diverso che appare la sola in grado di assicurargli un equilibrato sviluppo.

Le associazioni LGBT, e altre sigle che qui non sto a menzionare, cercano affannosamente di dimostrare che i bambini che vivono in famiglie gay sono sereni come gli altri e lo fanno inondando il web di analisi, ricerche e di tutto quanto può, in qualche modo, avvalorare le loro tesi. Altri e non meno qualificati soggetti sostengono la pericolosità e l'inadeguatezza di queste situazioni ma, semplicemente, fanno la voce meno grossa dei primi ed hanno, quindi, meno visibilità. Anche qui dovremmo avere la maturità di scendere nel profondo delle cose e di analizzare davvero le situazioni senza limitarci ad ascoltare chi grida più forte. E' troppo ? ...... Forse.

Un fatto è certo, il nostro Sindaco non perde occasione per non farne una di giuste .....

I bambini arcobaleno

Chi è online

 271 visitatori online