Mer06262019

Last update03:11:46

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Francesca Gerosa «pigliatutto»

Francesca Gerosa «pigliatutto»

  • PDF
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

Rovereto, 24 maggio 2019. - di Guerrino Soini*

Stimato Direttore,chiedo ospitalità, con richiesta di pubblicazione in cronaca, per porre, prima di tutto a me stesso poi a chi mi legge, qualche domanda circa i criteri di assegnazione delle cariche di sottogoverno in Trentino Alto Adige.

Sono un simpatizzante (ma se va avanti così ancora per poco) di Fratelli d'Italia, che fino a non molto tempo fa ha ricoperto un qualche incarico di responsabilità all'interno del Partito, pur non pretendendo mai nulla per se stesso ora come allora, e vorrei tanto capire le logiche delle assegnazioni citate in oggetto.

Ad elezioni provinciali appena ultimate a Francesca Gerosa veniva " elargita " la partecipazione al CdA di Rail Traction Company ( Trentino lunedì 7 febbraio 2019), oggi leggo su l'Opinione che la stessa Gerosa è stata nominata nel CdA di A 22.

Allora qualche considerazione viene spontanea al povero simpatizzante che di solito non capisce nulla e che, soprattutto, non ha voce in capitolo; che carismi avrà mai questa donna per meritare, a differenza di tutti gli altri candidati di FdI, due cariche di sottogoverno?

Se le cose sono messe così che intenzioni avrà il Partito verso una persona arrivata fresca fresca da Forza Italia ( e prima dal PdL e da Progetto Trentino di Silvano Grisenti) ma che sembra voler arrivare al vertice del Partito?

E' vero che ha fatto una campagna elettorale impegnata, è anche vero che è carina, si presenta bene ed ha un modo elegante di porsi con le persone.

Ma gli altri non avranno fatto proprio nulla?

Non avrà fatto nulla il buon Federico Secchi che l'ha quasi doppiata nelle preferenze?

Non stanno facendo nulla lo stesso Secchi e gli altri per la campagna elettorale per le Europee?

E vero che c'è stata un'investitura di partito verso il suo nome ma, assunte le debite informazioni, a me risulta che le candidature siano libere e che ognuno possa scegliere in tutta coscienza il candidato o i candidati che meglio lo rappresentano.

Mi sembra che FdI in Trentino stia virando fortemente al centro e questa non è una buona cosa per nessuno. In tutti i casi io sono fuori dal partito ed esprimo solo il malessere mio, ma vi assicuro anche di un buon numero di persone. Sarò felice se Fdi avrà un buon risultato alle Europee, ne sarò felice a prescindere. Sarò soprattutto felice di non farne più parte.

*Ex Dirigente del Circolo di Rovereto di FdI
*Ex Responsabile Provinciale del Dipartimento Famiglia di FdI

Francesca Gerosa «pigliatutto»
Banner