Lun12062021

Last update02:34:13

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Ricordare la Scuola Francesco Crispi: Quartiere Gorla, Milano

Ricordare la Scuola Francesco Crispi: Quartiere Gorla, Milano

  • PDF
Valutazione attuale: / 17
ScarsoOttimo 

Monselice, 23 ottobre 2021. - di Adalberto de' Bartolomeis

Egregio Direttore, 20 ottobre 1944, Milano venne colpita dal più massiccio bombardamento della seconda guerra mondiale, in Italia. Aerei americani colpirono gli stabilimenti industriali di Breda, dell'Alfa Romeo e dell'Isotta Fraschini, ma un velivolo, un B-25 Mitchell sbagliò bersaglio e lanciò la sua bomba da 500 libbre sulla scuola elementare Francesco Crispi, nel quartiere di Gorla.

Morirono insieme ai loro insegnanti 204 bambini. Quel giorno una sola bomba piovve dritta dritta su quella scuola elementare. Diverse autorità politiche parlarono dopo qualche anno, da quel tragico evento, ai congiunti di quei piccoli innocenti soldati, che avevano tra i 6 e 10 anni di età, che non potevano pensare di finire la loro breve esistenza così atrocemente, mentre sillabavano, insieme ai loro insegnanti.

Negli anni successivi, in tempo di pace, fortunatamente c'è chi ancora non vuole dimenticare ed a suo modo ricorda, si raduna e parla di quell'olocausto, dove, in varia misura, a nome dell'Italia intera, fu la stessa Nazione a conoscere quegli strazi. La sola superstite sembra che fu una certa Annamaria Redeil. Si salvò appesa ad un gancio dell'edificio crollante, mentre un'altra bomba le uccise la madre mentre stava accorrendo verso la scuola, intuendo il pericolo.

In quel secolo tremendo furono centinaia di migliaia di bambini che ebbero gli occhi stravolti di questa bambina sopravvissuta, ognuno, scampato agli errori più catastrofici, a causa di piani totalmente malfatti che fecero le forze aeree alleate, sbagliando, con i loro sganciamenti di bombe su tutte le città d'Italia e commettendo stragi inutili ed immani.

Quel 20 ottobre 1944 Milano visse il più tragico bombardamento, ultimo per atrocità, dove piccole innocenti creature persero nel fiore della loro breve esistenza ciò che sarebbe potuto essere per loro una vita radiosa.

Desidero ricordare questo tristissimo episodio di guerra perché si ponga sempre una riflessione: l'eccidio di quella scuola annientata da una bomba d'aereo sia da monito contro tutte le guerre, ma in particolare contro qualsiasi forma di violenze gratuite.

Ricordare la Scuola Francesco Crispi: Quartiere Gorla, Milano

Chi è online

 173 visitatori e 1 utente online