Lun12062021

Last update02:34:13

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Che si rendano obbligatori i vaccini!

Che si rendano obbligatori i vaccini!

  • PDF
Valutazione attuale: / 26
ScarsoOttimo 

Monselice, 22 novembre 2021. - di Adalberto de' Bartolomeis

Egregio Direttore, faccio una grande fatica ad accettare che in questo mondo non più dritto, ma che ormai mi sembra completamente rovesciato, sghembo, purtroppo, dalle troppe stranezze che diventano sempre più estemporanee, ci siano in giro, non solo in Italia, slogan che recitano così: " Meglio intubati che vaccinati..."

Se è così io dico che, poverini, come diceva il Profeta, il Re di un altro mondo... " non sanno quello che fanno, ma io aggiungo: non sanno quello che dicono". Lui era Gesù Cristo, io non sono nessuno.

"Meglio intubati"? Ma che significa? Intanto è uno slogan che insulta società e coscienza e poi significa che se hai contratto questo stramaledetto virus Covid-19 medici, operatori sanitari e tutto un apparato, fortemente esposto a prenderselo ugualmente questo virus, perché in prima linea, sui reticolati, come nella prima guerra mondiale, ti devono curare e sperare che ne esci vivo!

Siamo nel cuore di un'epidemia mondiale, io credo, molto diversa da tutte quelle che ci hanno preceduto, perché anche se la scienza medica ha fatto nel tempo progressi enciclopedici, non può ugualmente fare miracoli! Le epidemie e le guerre hanno sempre cambiato il corso della vita e naturalmente della storia.

Non possiamo dimenticare le devastanti epidemie che determinarono capovolgimenti improvvisi di fronte alle stesse sorti del mondo. Trucidite disse: "la furia del male aveva travolto ogni argine e gli uomini, in balia di un destino ignoto, trascuravano con uguale indifferenza le leggi umane e quelle divine". Il crollo del grande impero romano fu anche favorito dalle devastanti pandemie che favorirono le invasioni barbariche.

Poi ci fu la cosiddetta "peste nera" con la guerra dei cento anni: una strage che rese interminabile il più grande conflitto medioevale. Si arriva alla peste di manzoniana memoria, quella raccontata nei "Promessi Sposi" da Alessandro Manzoni che esasperò la prima grande guerra europea: la guerra dei trent'anni, per poi giungere alla Spagnola, in pieno primo conflitto mondiale, con una stima di oltre cinquanta milioni di morti.

E adesso vogliamo parlare di "meglio intubati che vaccinati?" Mah... certo che l'individuo è libero di scegliere per se stesso, se arrivare a suicidarsi. Solo che se si vedono, come risulta, in branco, tutti appiccicati, senza mascherine, che urlano, sbraitano ed arrivano pure ad essere violenti, no: questo non è tollerabile è troppo! Non c'è Costituzione che tenga e non si facciano appelli ad articoli che non si studiano bene, come, per esempio, l'articolo 32 della Costituzione italiana, tanto invocato ed osannato, pure a vanvera! Non si può accettare ciò che va fuori da ogni regola civile e di buon senso.

È inutile girarci intorno. Rendiamo questi vaccini obbligatori e facciamola finita! Siamo al cerchiobottismo: un vizio tipico della politica, non solo italiana, mi sembra. Tutto un tentennare tra tra troppi che parlano ed altrettanti troppi che creano solo ulteriori tensioni ed inquietudini. La morsa delle restrizioni e delle misure di cautela la stiamo vedendo ogni giorno che ha, intanto, per molti Stati europei una presa di coscienza ad una stretta sempre più tesa verso l'adozione dell'obbligatorietà vaccinale.

A mio avviso non c'è assolutamente più nulla da tergiversare e indugiare, solo perché le giustificazioni a non renderlo obbligatorio questo provvedimento sanitario si richiamano ad una fase di transitorietà perché ancora sperimentali. Sappiamo benissimo che chi è vaccinato ha, comunque, una protezione, anche se non è immune da un possibile contagio e forse anche da una malattia.

D'altronde, in passato, non mi risulta che altri tipi di vaccini coprissero al 100 per cento: nessuno, ma pur tuttavia lo Stato gli ha resi tutti obbligatori. Qui non si tratta ancora di parlare di confini delle libertà. Qui si tratta, una buona volta per tutte di saper gestire con fermezza ciò che a mio avviso deve essere fatto, con razionale e scientifica applicazione di un metodo, al fine di tutelare la salute pubblica dell'intera collettività, di residenti, nuovi residenti ed immigrati.

Che si rendano obbligatori i vaccini!

Chi è online

 190 visitatori online