Gio09292022

Last update03:04:19

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Il pensiero unico della Resistenza

Il pensiero unico della Resistenza

  • PDF
Valutazione attuale: / 52
ScarsoOttimo 

Monselice, 26 aprile 2022. - di Adalberto de' Bartolomeis

Egregio Direttore, con un'asfissiante retorica propalata "ad libitum" io dico che rischiamo di inchiodarci tutti al palo, se si continua in questa maniera, non per onorare, ma per puro vezzo ideologico.

Il 25 aprile, ricordo che è una data simbolo di ciò che venne istituito, finita quella guerra, un anno dopo, con decreto luogotenenziale, emanato il 22 aprile 1946, da Umberto II di Savoia, il quale ne stabilì la ricorrenza, appunto, il 25 aprile.

A proporre al Sovrano che tale data diventasse festività nazionale fu, nel 1946, l'allora presidente del Consiglio dei Ministri Alcide De Gasperi. Come da prassi istituzionale fu il Capo dello Stato provvisorio e della Casa Reale, il "Re di Maggio" che determinò la ricorrenza, prima di essere "sbolognato" dall'Italia, in esilio.

I 25 aprile, celebrativi, con un bel quantitativo di enfasi ideologica, ignorando lo spettro minaccioso di un'altra guerra alle porte, problema che non penso sia di poco conto, sono sempre stati soltanto di natura politica, strumentali e purtroppo intrisi di molta retorica, puntualmente, annualmente, costruiti e ricordati ad arte, da una certa parte di area politica. Cosa che non sarebbe mai dovuto avvenire, perché, celebrando, comunque, una sconfitta, la vera Liberazione da quel terribile periodo di guerra dovrebbe avere una connotazione istituzionale apolitica.

Peccato che non si abbia più il coraggio di andare a dire ai giovani le modalità su come si concluse la seconda guerra mondiale in Italia: una parte dei protagonisti che la fecero furono anche quella parte di renitenti ad una leva obbligatoria, molto scomoda, che finirono per andare in montagna.

(nella foto Umberto II di Savoia ultimo Re d'Italia)

Il pensiero unico della Resistenza

Chi è online

 421 visitatori e 1 utente online