Mar09272022

Last update03:41:39

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Tanti auguri a chi governerà: ne avrà bisogno

Tanti auguri a chi governerà: ne avrà bisogno

  • PDF
Valutazione attuale: / 19
ScarsoOttimo 

Monselice, 26 agosto 2022. - di Adalberto de' Bartolomeis

Egregio Direttore, qualcosa sta avvenendo ad altre latitudini, nel procedere degli eventi che, in questo caldo agosto, chi si professa "profeta" non esito a dire che sarà "divinamente" colpito per superbia.

Ma allora c'è già un esercito, a mio avviso, che merita questa "divina" folgorazione. Nel frattempo i nostri "influenzer" promettono mancette ogni santo giorno, o percorrono itinerari diversi ipotizzando, per esempio, che cosa? Adesso si stanno inventando un obbligo scolastico dai 3 ai 18 anni, infischiandosene, però, della qualità della scuola italiana e di un livello sociale che è semplicemente di degrado e di abbandono. Purtroppo questa situazione ci affligge su ogni aspetto della vita pubblica, che poi la stessa diventa privata. Non è ammissibile, giusto per fare un altro esempio, che proprio adesso, che c'è una campagna elettorale, i candidati politici facciano finta di niente ed arrivino a dimenticarsi, volutamente, in una loro "abile" capacità, di rivoltare, esattamente, il proprio pensiero di 180°, ogni due giorni, su europeismo e atlantismo.

È così che oltre ai noti problemi che ha e pone Zelensky, con una guerra che rischia di diventare guerra dei trenta anni, la Cina si stia preparando... ma a che cosa? Si è fatta avanti per acquistare dall'imprenditore australiano Lan Gowrie-Smith 21 atolli vicino a Papua Nuova Guinea, nei pressi dello Jomard Passage e guardando una carta delle Isole Solomon, in Oceania, non ci si può non accorgere dell'importanza geostrategica di quel passaggio: una rotta importante per l'Australia, ma anche per Pechino! Eggià, Pechino, la Cina! C'è una possibile mossa che il "Dragone" sta anelando per accaparrarsi posizioni strategiche, proprio sull'area di queste isole da cui prendere alle spalle il dispositivo aeronavale americano, dislocato, per ora, di fronte a Canberra, aggirando, così questi territori in Oceania ai quali era stata inviata una proposta di vendita.

Gli USA si stanno un tantino preoccupando di questa idea da parte della Cina perché Pechino si sta muovendo, e pure velocemente, perché, con le sue mosse può offrire di più .. Ma ai nostri politici italiani, in questo momento, pensate che possa, seriamente, preoccupare qualcosa di quanto accade fuori dai confini nazionali, a parte il Di Maio che, di recente, è tornato da Kiev, dove, in una solita visita "congiunta", al cospetto di "Re Artù" Zelensky, tutto compito, da bravo "scolaretto", era lì che prendeva appunti: su cosa, poi, non è dato sapere: "top secret". Il mantra, però, è sempre lo stesso, laconico ed edulcorante: "massimo sostegno all'Ucraina perché è una resistenza europea", così avrebbe detto.

Attenzione: qui, in Italia, c'è in atto una campagna elettorale e, sempre a mio avviso, non c'è solo la cambiale di una guerra tra Ucraina e Federazione Russa, ma ben molte altre, pesanti! Ho la netta sensazione e non sono, certo, un profeta, che si sommeranno tutte per implicazioni politiche internazionali, su cui non vedo nessun politico italiano candidato che sappia "volare alto", per cura ed attenzione a problemi internazionali che sono, sì, lontani, ma da un punto di vista prettamente geografico.

Non c'è solo un agosto caldo, ma il prossimo autunno ed inverno che verrà saranno incandescenti, perché ci saranno non pochi mal di pancia per tutti.

Tanti auguri a chi governerà: ne avrà bisogno

Chi è online

 301 visitatori online