Mar08042020

Last update11:02:09

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Forza Francesco!!

Forza Francesco!!

  • PDF
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

Francesco ITrento, 31 lglio 2013. - di Lorenzo Leoni

Egregio Direttore, Le invio una mia riflessione da cittadino ed attivista del M5S sulle dichiarazioni del Papa sui gay. Confidando che possa essere pubblicata sul Suo quotidiano on line, colgo l'occasione per porgere cordiali saluti. Lorenzo Leoni

"Non mi rivolgo agli attempati appassionati di ciclismo (dei quali orgogliosamente ne faccio parte), ma al nostro Papa. Al ritorno dal Brasile nella lunga intervista rilasciata durante il volo, Francesco spiazza tutti rispondendo "Chi sono io per giudicare?" allorché le domande dei giornalisti andavano a sondare il "campo minato" dell'omosessualità.

Se mentalmente ripercorro le motivazioni per cui oggi mi ritrovo ad essere convinto attivista del M5S, la risposta "al laser" del Papa ne cristallizza una in particolare e cioè l'avversione alla arroganza partitica nel farsi carico strumentalmente delle questioni morali (ricorderete tutti il caso Eluana!!). Da anni si dibatte intorno a temi legati alla sfera sessuale, al fine vita (in connessione al testamento biologico), alla opportuna confinazione del perimetro entro cui si possa svolgere una ricerca scientifica eticamente condivisibile. Il M5S per la sua natura iperdemocratica non può prendere posizioni su tali questioni di carattere etico – morale, poiché perseguendo azioni politiche per una corretta informazione e proponendo efficaci strumenti di partecipazione (democrazia diretta), mette in condizione il cittadino di esprimersi "secondo coscienza" affermando la sua opinione come frutto del suo personale percorso interiore senza riferimenti "partitici" a svilirne la dignità. L'evoluzione dei comportamenti etico – morali nella società può quindi diventare sintesi democratica per sostenere un mandato politico con il compito di concretizzare in leggi questa coscienza civile, che per sua natura è in continuo cambiamento. Nulla vieta di pensare che in una prospettiva futura, posizioni che ad oggi sembrano inamovibili possano essere messe in discussione da una coscienza collettiva finalmente resa libera di esprimersi.

Me li vedo ora i partiti a sorreggersi per mano in coalizioni impresentabili anche a loro stessi, con lo sguardo smarrito a chiedersi "Chi siamo noi per giudicare?"ed un altro robusto puntello si sfila da sotto la loro traballante impalcatura. Da tutti i cittadini..Grazie Francesco!!

 

Egregio Signor Leoni,

ho pubblicato la Sua cortese lettera, fedeli come sempre al nostro impegno "Trentino Libero è a disposizione senza riserve o censure di chi vuol far sentire la sua voce" (naturalmente al netto di offese, ingiurie ecc.). Non vogliamo la medaglia per questo. Il nostro è uno stile che pratichiamo con convinzione.

Ciò premesso, ho l'impressione che il Papa sia un po' da tutti tirato per la giacca. Francesco I  ha ruolo importantissimo nella Chiesa e nel mondo, anche da un punto di vista mediatico. Quindi spesso e volentieri, le dichiarazioni del Papa sono strumentalizzate. Come nel caso "chi sono io per giudicare". E che dovrebbe dire, il pastore all'omosessuale che cerca Dio?   Ma la posizione della Chiesa sull'omosessualità non è cambiata, perché la Chiesa la condanna senza riserve. Ecco che allora la frase del Pontefice ha altro e diverso significato. Basta rileggerla "......Ma si deve distinguere il fatto che una persona è gay dal fatto di fare lobby. Se è lobby non tutte sono buone. Se una persona è gay e cerca il Signore e ha buona volontà chi sono io per giudicarla? Il catechismo della Chiesa cattolica dice che queste persone non devono essere discriminate ma accolte. Il problema non è avere queste tendenze, sono fratelli, il problema è fare lobby: appunto le lobby gay, d'affari, lobby dei politici, dei massoni, questo è il problema più grave".

Forza Francesco!!

Chi è online

 358 visitatori online